Lutto nel mondo del calcio. Aquilino Bonfanti, bandiera del Catania dei primi anni ’70, si è spento ieri all’età di settantatré anni. Rimarranno nella storia rossazzurra le giocate che permisero all’ala sinistra e alla compagine etnea l’approdo in Serie A. Milan, Inter, Lecco, Catanzaro, Reggina, Pistoiese, Alghero Carrarese e Pontedera, le altre tappe di un lunga e prestigiosa carriera chiusa a 37 anni.

Di seguito il cordoglio e il ricordo del club di via Magenta: “Il Calcio Catania piange la scomparsa di Aquilino Bonfanti, indimenticato protagonista della promozione in Serie A conquistata nel 1970: l’attaccante milanese, autentico trascinatore, si laureò capocannoniere del torneo cadetto con 13 reti in 34 partite, realizzando una doppietta nel corso della gara decisiva disputata il 14 giugno 1970, Reggina-Catania 1-3. Ala sinistra dotata di talento, intelligenza calcistica e generosità, scrisse dal 1969 al 1972 una pagina importante della storia del nostro club; complessivamente, in maglia rossazzurra, Aquilino Bonfanti collezionò 111 presenze, firmando 28 reti (5 in Serie A, 22 in Serie B ed una in Coppa Italia). Alla famiglia, giungano sincere condoglianze”.

Gianluca Virgillito

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi