ADRANO – Se tragedia non è stata poco ci è mancato per una badante rumena, 55enne, colpita con un oggetto appuntito dall’ anziano che accudiva in un’ abitazione in via Spirito Santo ad Adrano. La donna, medicata in ospedale, se la caverà con sette giorni di prognosi.

Una vicenda triste avvenuta nel primo pomeriggio di ieri, poco prima delle 14, quando tra le vie del centro storico, in normali giornate regna il silenzio. Ma oggi non è stato esattamente un giorno normale per la badante che sul posto di lavoro avrebbe iniziato a litigare con l’uomo, 80enne, per motivi ancora tutti da accertare, così come da accertare è l’esatta dinamica dell’accaduto. Una lite che avrebbe poi spinto l’anziano ad afferrare un oggetto, sembrerebbe un cacciavite, colpendo più volte la donna al torace, al fianco e all’addome.

Qualcuno, forse spaventato dalle urla, ha allertato le forze dell’ordine. In via spirito santo è così giunta una volante della Polizia del commissariato adranita ed i Carabinieri della locale stazione (a questi ultimi è affidato il caso), ma anche un’ambulanza del 118 che ha condotto la donna presso l’ospedale Santissimo Salvatore a Paternò per tutti gli accertamenti e le dovute cure e da dove è stata poi dimessa con 7 giorni di prognosi.

Per l’uomo è scatata la denuncia, da parte dei Carabinieri, per lesioni personali aggravate.

Scrivi