ADRANO – Una lettera indirizzata al sindaco, Giuseppe Ferrante e scritta da un cittadino che pone l’accento sull’inciviltà ed il degrado diffusi in città, ma anche in merito all’assenza di controlli all’interno della Villa Comunale. A mettere nero su bianco il proprio pensiero è stato il figlio di una donna che, suo malgrado, è stata travolta da un ciclista, lo scorso giovedì intorno alle 23, proprio mentre passeggiava all’interno del giardino pubblico (per lei si è reso necessario l’intervento di un’ambulanza che l’ha trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale biancavillese “Maria Addolorata”, dove le sono state riscontrate contusioni alla schiena, collo, spalla e testa, oltre a ferite sparse sul corpo).
Nella lettera il figlio della malcapitata di fatto sottolinea come, oltre alla inciviltà dei ciclisti, noncuranti del divieto di ingresso al parco per le biciclette di grosse dimensioni dalle 16 in poi, a lasciare sbigottiti (dice) è l’assenza di controlli da parte della Polizia Municipale o del custode. Proprio questa assenza di controlli – afferma il firmatario della missiva – farebbe di Adrano un moderno Far West, dove nessuno rispetta le regole. Insomma lo scopo della lettera inviata al primo cittadino, Giuseppe Ferrante, è quello di chiedere maggiori controlli affinché non si ripetano più simili e spiacevoli incidenti.
Ferma la risposta del sindaco Ferrante: “Alla Villa i controlli ci sono, e come, ogni giorno i Vigili urbani svolgono il servizio di controllo, anche la Polizia di Stato effettua i necessari controlli e senza tralasciare che la zona è anche fornita di un sistema di videosorveglianza proprio per tutelare la pubblica sicurezza. Si pensi che sino al giorno precedente allo spiacevole incidente gli agenti della Municipale hanno effettuato anche dei posti di blocco negli ingressi principali della Villa e questo proprio per far rispettare le regole. Purtroppo quando si è verificato l’incidente in questione era tardi ed a quell’ora c’è solo il custode a cui l’ingresso dei ciclisti sarà sfuggito. La Villa è già super controllata ma di fronte all’inciviltà, purtroppo tutto può accadere”.

Scrivi