Di Alice Vaccaro
ADRANOEnnesimo assalto ai danni di un altro esercizio commerciale. Ad essere preso di mira, questa volta, nel cuore della scorsa notte il negozio d’abbigliamento Walking in via Catania.
Erano le 4.00 circa quando una banda di balordi ha sfondato, con il metodo della spaccata, la vetrata dell’attività commerciale. Erano in cinque e tutti con il volto coperto, almeno questo si evince dalle immagini riprese dalle telecamere di video sorveglianza. I ladri hanno prima provveduto a rompere il finestrino di un’automobile in sosta proprio davanti al punto vendita, per spostarla. Con la loro auto utilizzata come ariete, una Fiat Stilo (risultata, sembrerebbe, rubata), hanno quindi mandato in frantumi la vetrata. Due colpi ben assestati in retromarcia, per far cadere il pesante vetro e con un’azione fulminea, di circa due minuti, fare irruzione e prelevare quanti più capi di abbigliamento possibile (caricandoli nel bagagliaio della vettura).
Avrebbero di certo rubato molta più roba ma i loro piani sono stati mandati in fumo dagli stessi titolari del negozio che abitano nello stesso stabile e che sono stati svegliati dal baccano. Proprietari che hanno subito compreso cosa stesse accadendo ed affacciatisi dai balconi e vedendo i ladri in azione hanno lanciato alcuni vasi nella loro direzione mettendoli in fuga. Le immagini delle telecamere di sicurezza hanno immortalato la macchina allontanarsi dal luogo del furto con il bagagliaio ancora aperto e perdendo parte del carico in strada, mentre i componenti della banda mettersi al riparo sotto i balconi per evitare di essere colpiti dalla “pioggia” di vasi e salire a bordo del mezzo più in là sempre in via Catania. Il valore economico del bottino è ancora da quantificare con precisione, le indagini sono affidate alla Polizia del locale Commissariato.
Intanto uno dei proprietari dell’attività (sita tra l’altro a poca distanza dalla Caserma dei Carabinieri), Nicola Santangelo, commenta l’accaduto esprimendo un senso di amarezza misto a rassegnazione: “E brutto da dirsi ma ormai quello che proviamo noi commercianti è rassegnazione. Quello che ci si chiede è solo: chissà a chi toccherà adesso. Abbiamo sentito il rumore questa notte ed abbiamo subito capito che ci stavano svaligiando il negozio, fortunatamente abbiamo limitato i danni mettendoli in fuga lanciando dei vasi colmi di terra dal balcone; ma se fossimo scesi giù beccandoli nell’atto sarebbe anche potuto accadere di peggio. Abbiamo allertato la Polizia intorno alle 4.00 ma la pattuglia è arrivata solo alle 7.00; capisco benissimo che la colpa non è degli agenti che si impegnano ma della mancanza a monte di uomini e mezzi, fatto sta che così di certo non si può andare avanti. Noi ad ogni modo non molliamo, continuiamo a lavorare con onestà”.
Solo pochi giorni fa ad essere preso di mira, con il metodo dello scasso, è stato lo studio fotografico Burzillà di piazza Sant’Agostino dal quale è stato prelevato il registratore di cassa contenente, sembrerebbe, poche centinaia di euro. Mentre poco prima, nella stessa notte, alcuni ladri (forse gli stessi) si erano introdotti all’interno di un’abitazione in zona di via Solicchiata probabilmente allo scopo di rapinare la famiglia che intanto dormiva in casa e che per fortuna è riuscita a metterli in fuga. E senza contare che i criminali ad Adrano non hanno rinunciato dal portare a termine i loro piani neanche la notte di capodanno quando rubarono soldi e vestiti dal negozio Marasil, sempre in via Catania ed a due passi dal negozio Walking.
Insomma in città aumenta la paura e tra cittadini e commercianti si abbassa ancor di più il livello di sicurezza percepito.
Di seguito il video che immortala i ladri in azione ed alcuni momenti del furto.

https://www.facebook.com/1613955835513725/videos/1679100652332576/

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi