ADRANO – Furti, scippi, risse, rapine e chi più ne ha più ne metta. Città, assediate da macro e micro criminalità. Così la notte scorsa ennesimo furto con scasso, intorno alle 3.30 in via Solicchiata, ai danni del bar Sonia dal quale è stata portata via una slot machine. Ad agire sarebbero stati in quattro, tutti a volto coperto, giunti sul posto a bordo di due auto di grossa cilindrata, uno dei due mezzi si sarebbe fermato nei pressi del esercizio commerciale, l’altro sembrerebbe sia stata utilizzato per fare da vedetta lungo la via in questione. I malviventi armati di mazza hanno iniziato ha sfondare la vetrata del bar, facendo baccano ad attirando l’attenzione della madre del proprietario che abita nello stesso stabile. La donna 75enne attirata dal rumore è scesa in strada beccando i malviventi intenti a rompere la vetrata aiutandosi anche con i piedi e per nulla intimoriti dalla sua presenza. 75enne che messasi paura è subito rientrata in casa per dare l’allarme. Intanto i ladri hanno proseguito con il loro piano, entrando all’interno del bar, prendendo la slot machine, ponendola in macchina per poi dileguarsi nel nulla, con un bottino ancora tutto da quantificare ma che, pare si aggiri intorno ai due o tre cento euro.
Sul posto sono giunti i Carabinieri della Compagnia di Paternò che hanno avviato le indagini. Un valido supporto ai militari per dare un volto ai ladri, potrebbe arrivare dalla visione delle telecamere di sorveglianza poste all’ingresso dell’ esercizio commerciale. Già in mattinata si è provveduto al ripristino della vetrata del bar, con un ulteriore danno per il proprietario di diverse centinaia di euro.

Scrivi