ADRANO – Attimi di paura per un incidente tra uno scooter di grossa cilindrata ed un’auto intorno all’ 1.50 della notte scorsa lungo Via Catania; ad avere la peggio è stato il centauro, 26enne, che si trova adesso in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Garibaldi a Catania, fortunatamente non sarebbe in pericolo di morte.

Ad occuparsi dei rilievi i Carabinieri che dovranno adesso ricostruire l’esatta dinamica del sinistro. Ad ogni modo sembrerebbe che l’auto, una Lancia Y condotta da un 25enne adranita, stesse svoltando a sinistra verso Piazza Aurelios e lì al centro della strada il violento impatto semi laterale con lo scooter, Yamaha TMAX che proveniva dall’opposta direzione di marcia con in sella il 26enne anch’egli di Adrano. Un impatto violentissimo che ha catapultato il mezzo a due ruote, privo di controllo, contro una saracinesca parecchi metri più in là, all’altezza del numero civico 216, mentre il suo conducente è stato scaraventato sulla strada a circa 25 metri di distanza dal luogo dell’impatto. Sull’asfalto i segni della terribile caduta: una chiazza di sangue dovuta alle gravi ferite riportate dall’uomo su tutto il corpo ed alla testa , nonché la frattura alla gamba sinistra (quest’ultima riportata invece durante lo scontro con l’auto). Sul posto è giunta un’ambulanza del 118 che ha prestato le prime cure al 26enne, cosciente ma in stato di shock, e lo ha poi trasportato (non essendo possibile in notturna effettuare interventi in elisoccorso) presso l’ospedale Cannizzaro per via, oltre che delle ferite,  dei politraumi riportati nell’impatto. Dopo essere stato sottoposto ad un intervento è stato condotto presso l’ospedale Garibaldi, dove si trova attualmente ricoverato in prognosi riservata ed in coma farmacologico nel reparto di rianimazione ma non sembrerebbe essere in pericolo di morte. Illeso, fortunatamente, il conducente della Lancia Y, per lui solo tanta paura. Il traffico è rimasto inevitabilmente bloccato.

Insomma ieri sera, mentre la città aveva da qualche ora concluso i festeggiamenti in onore del Santo Patrono Nicolò Politi, in Via Catania si è davvero temuto il peggio ma miracolosamente così non è stato.

Scrivi