Ritrovamento inquietante lungo via Regina Margherita ad Adrano. Trovato un proietto da artiglieria controcarro, fatto brillare, in parte, sul posto dagli artificieri. Indagano i carabinieri che escluderebbero un atto intimidatorio.

di Alice Vaccaro

Adrano – Un ritrovamento che ha lasciato tutti un po’ perplessi questa mattina ad Adrano.
Un grosso proietto da artiglieria controcarro (di circa venti centimetri di lunghezza e di calibro 37), ovvero munizionamento militare, è stato rinvenuto lungo via Regina Margherita, all’altezza del numero civico 125 (in pieno centro storico).
Ad accorgersi della presenza del munizionamento da guerra ai bordi della strada è stata una residente che, intuendo di cosa potesse trattarsi, ha subito allertato i vicini e poi chiesto immediatamente l’intervento dei carabinieri.
Sul luogo sono giunti gli artificieri del Comando provinciale di Catania dopo il nulla osta dell’autorità giudiziaria; una parte del proietto è stata fatta brillare sul posto per la messa in sicurezza ed il trasporto, poi, presso, una cava a Belpasso, dove è stato interamente distrutto.
Tanta, tantissima, la paura questa mattina in zona San Filippo ad Adrano dove in molti si sono radunati per comprendere cosa stesse accadendo.
L’arteria viaria è stata bloccata al traffico per tutta la durata delle operazioni, sino alle 13 circa, dagli agenti della polizia municipale adranita.
Un ritrovamento inquietante sul quale indagano i carabinieri. Ad ogni modo non sembrerebbero esserci, al momento, elementi che possano far persare ad un atto intimidatorio.
Certo che oggi Adrano si è svegliata con un vero e proprio enigma da risolvere, ovvero chi possa avere lasciato lungo la strada il proietto, mettendo in pericolo la pubblica incolumità, e soprattuto perchè.

 

Scrivi