ADRANO – Nella giornata di ieri, personale del Commissariato di Polizia di Adrano ha arrestato un 29enne del luogo per di tentata estorsione, lesioni personali e danneggiamento.
L’uomo, nella tarda mattinata di ieri, si è introdotto nell’abitazione della madre e, dopo aver tentato di estorcerle 50 euro, l’ha aggredita colpendola violentemente con calci e pugni. Non contento, le ha versato addosso del liquido infiammabile col chiaro intento di appiccarle fuoco. Fortunatamente per la donna, il figlio non è riuscito nel suo sciagurato proposito e, forse temendo la reazione della sua vittima, si è dileguato. Successivamente, il 29enne è stato rintracciato dai poliziotti del Commissariato che lo hanno bloccato e arrestato. Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari.

Scrivi