ADRANO – Raccogliere i rifiuti abbandonati dagli incivili di turno e dedicare quindi la giornata alla tutela di un luogo di interesse storico e naturale: l’antico Ponte dei Saraceni ed il fiume Simeto con le sue uniche ed affascinanti forre laviche. Ridare dignità a questa porzione di territorio, troppo spesso abbandonata e lasciata nell’indifferenza dei più, questo lo scopo dell’iniziativa “La chiamata del Simeto” messa in piedi nella giornata di oggi dall’associazione socio culturale Symmachia e voluta dal presidente dell’associazione Angela Anzalone, dalle esponenti Gisella Torrisi, Sara Ricca Noemi Bisicchia . Un evento che ha chiamato a raccolta anche altre associazioni siciliane, come i poeti del collettivo “Poetarum Circus”; esponenti del gruppo scout Biancavilla primo, l’associazione artistico-culturale “Agazì” ed il laboratorio fotografico di Catania “Sikanie”. Tutti uniti per pulire la zona ma anche per trascorrere il pomeriggio all’insegna della cultura e dell’arte. Ampio spazio è stato dato alla poesia ma anche alla fotografia ed alla realizzazione di un’estemporanea di pittura. Risalto è stato dato anche, con una rappresentazione, all’importanza di salvaguardare un genere di farfalla, l’Aurora dell’Etna, tipica della zona il cui futuro è in pericolo essendo in via di estinzione.aurora dell'etna articolo
Una giornata dedicata proprio a tutti, grandi e piccini che hanno anche potuto passeggiare sulle sponde del Simeto o fare una passeggiata in bicicletta, mirando alla tutela ambientale osservando e vivendo le bellezze dell’antichità e della natura; insomma lasciandosi ispirare da un paesaggio più unico che raro.

Scrivi