CATANIA – “La questione dell’aeroporto sembra, da fuori, parecchio banale, ma nasconde lati oscuri e a tratti indecifrabili: urge porre rimedio”, questo il messaggio lanciato dal deputato regionale Marco Forzese, commissario provinciale dell’UDC, nonché vicepresidente della Commissione IV – Ambiente e Territorio all’Ars che, nella giornata odierna, ha tenuto una conferenza stampa sul tema dei Trasporti presso la sede dell’Assemblea regionale siciliana a Catania. “Da quasi un anno si parlava del cambio dei vertici dell’aeroporto, quindi nelle scorse settimane è stata nominata la Laneri: quando, però, si pensava che la politica potesse restarne fuori e che avesse superato la vicenda legata all’aeroporto Bellini, si è riaperta la partita, e si è riusciti a trovate nella persona di Torrisi e una figura valida per il cambiamento, ma dobbiamo lanciare un messaggio netto”, dichiara Forzese. “L’aeroporto di Catania è tra i migliori, e la seconda pista, oltre che essere necessaria, sin dall’inizio ha entusiasmato tutti. Dagli anni ottanta c’era il progetto per farla, superando un grande problema che non consente di contenere il flusso di passeggeri. E le conseguenze si vedono, anche nell’amministrazione: ad esempio, sapete bene quanto costi un biglietto come quello per Milano…”, aggiunge.

“Basta con le passerelle: ho già parlato con Pistorio, assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, che mi ha detto di essere a disposizione per organizzare un tavolo di lavoro per risolvere !a vicenda. Poi c’è il problema della viabilità: sappiamo tutti i problemi relativi alla sosta e al raggiungimento della struttura. E così i cittadini sono costretti a scavalcare gli ostacoli e ad aggirarli. Se ci si accorge di aver sbagliato, si può tornare indietro”, continua il deputato. “Anche sul personale c’è qualcosa da dire. Bisogna mettere in sicurezza anche il lavoratore, con compagnie che licenziano i propri dipendenti sempre più frequentemente. Oggi noi con l’UGL Trasporto Aereo chiederemo un confronto con i vertici dell’azienda affinché si possa migliorare la situazione”, ha affermato.
 Il mezzo dell’aereo diventa un costo elevatissimo perché si è costretti a prenderlo, perché non c’è un’alternativa: e questo va solo a scapito dei cittadini. Mi rendo conto che sono vicende che sembrano banali, ma che nascondono una situazione incredibile e che tutti noi sottovalutiamo Se ci penso, però, è una questione di una semplicità unica, ma resta incompiuta. Spero che la seconda pista non sia di una difficoltà tale da paragonarla al ponte di Messina…”, ha concluso.
Sulla stessa lunghezza d’onda il segretario regionale UGL Trasporto Aereo, Bartolomeo Curia: “È tutto sbagliato fin qui. È dal 1984 che il progetto per la seconda pista dell’aeroporto è pronto: e, addirittura, nel 1986 sono stati stanziati 35 miliardi di lire per realizzarla. Dove sono finiti questi fondi? Nel 2007 l’air terminal è stata inaugurata per la seconda volta a seguito di lavori di ampliamento, ma della seconda pista nulla. Altra questione quella della viabilità, con code di vetture che arrivano fino all’innesto della tangenziale. Questo aeroporto è considerato da tutti un aeroporto “vecchio”.”
Chiaro anche il messaggio lanciato dal segretario provinciale Trasporto Aereo, Mario Marino: “Ringrazio Forzese per averci dato l’opportunitá di esprimere la nostra opinione su una questione particolarmente complessa. Perché un aeroporto del genere rimane bloccato in queste condizioni? Torrisi ha detto di impegnarsi puntando il discorso su sviluppo e regole. L’aspetto operativo? Il biglietto costa troppo, ma c’è un paradosso: crescono i dipendenti, ma diminuisce anche la sicurezza, perché si riducono gli investimenti dedicati a loro. Oggi, nel 2016, l’aeroporto deve rilanciarsi: ci sono troppi enti che si fanno la guerra per gestire le risorse. C’è stata l’anarchia totale. Ad esempio, il parcheggio: per negligenza, il parcheggio rimane aperto a tutti perché le sbarre sono guaste. Vi rendete conto in che stato siamo?”.
In foto, da sinistra: Mario Marino, Marco Forzese, Bartolomeo Curia.


-- SCARICA IL PDF DI: Aeroporto di Catania, Forzese (Udc Sicilia): "Senza la seconda pista è un'eterna incompiuta" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata