CATANIA − Si è tenuta stamattina, presso gli uffici Sac, in sala consiglio, la conferenza stampa di presentazione di Norma, l’officina delle eccellenze, il rinnovato spazio ex arrivi adibito a vetrina gastronomica siciliana. Sono intervenuti il presidente di Sac Spa, Salvatore Bonura, e l’amministratore delegato, Gaetano Mancini, che hanno spiegato la logica e le finalità del progetto.

Per il presidente Bonura, “quella che si va a inaugurare domenica è un’area polivalente di grande importanza, che ospiterà, in sinergia con UnionCamere Sicilia, il meglio della nostra cultura alimentare, a disposizione dei visitatori di Norma, il cui nome già in sé evoca varie sensazioni legate al nostro territorio. Non ho dubbio che i siciliani e i turisti sapranno rispondere positivamente all’iniziativa che pone al centro una tradizione gastronomica fra le più importanti del mondo”.

“Oltre alla sala esposizione − ha proseguito Bonura − vi saranno poi altri spazi, adibiti alla vendita dei prodotti di nicchia, alla scuola di alta cucina, a un temporary reastaurant e a delle sale meeting. Norma è comunque una anticipazione di quel che sarà l’aerostazione di domani, perché, recuperando l’ex terminal Morandi, vi sarà continuità con l’attuale aerostazione”.

Gaetano Mancini ha dal canto suo evidenziato come “con Norma si stia concretizzando il primo passo della riqualificazione globale dei vecchi terminal dello scalo, che confluiranno in un unico grande terminal pensato per supportare un traffico aeroportuale superiore ai 10 milioni di passeggeri l’anno. Norma è uno step importante della nostra pianificazione strategica, parte della riqualifica dei vecchi terminal e diverrà parte integrante della futura aerostazione”.

“Al netto di tuttò ciò − ha altresì dichiarato Mancini − prendendo spunto dall’Expo di Milano, si è pensato bene di valorizzare le eccellenze gastronomiche siciliane con una vetrina che esalterà il meglio delle produzioni dell’Isola, consentendo ai viaggiatori, e non solo, di fruire di prodotti difficilmente rinvenibili tramite gli usuali canali commerciali”.

Scrivi