Carmelinda Comandatore

A Villarosa (EN), a 500 mt sul mare, nel cuore dell’isola, si estende per circa 75 ettari l’azienda agrituristica San Giovannello, guidata da Carla La Placa, una giovane donna catanese da anni impegnata nella produzione e nella tutela, come seed saver, di grani antichi siciliani e che in occasione di EXPO Milano 2015 è stata scelta per rappresentare la Sicilia per la Mostra delle Regioni, nella sezione Potenza del saper fare.

Diversi anni fa, grazie alla stazione consorziale sperimentale di granicoltura di Caltagirone, che si occupa della conservazione del germoplasma, Carla scoprì le varietà dei legumi e dei grani antichi che sono a rischio di estinzione e che oggi coltiva nella sua azienda, animata da una grande passione per la terra. Nel 2006 iniziò a suddividere la superficie aziendale in piccole parcelle destinate alla coltivazione del grano timilia, delle lenticchie nere delle colline ennesi e della cicerchia di Aidone. Nel corso degli anni ha poi introdotto sia la coltivazione di altre varietà antiche, come il cece nero, la fava larga di Leonforte, il cece rosso di cianciana e il grano Maiorca (un grano tenero antico siciliano), che la coltivazione di varietà di legumi non antichi come il cece sultano o la lenticchia maior, ottimi per soddisfare le crescenti richieste di prodotti a km zero di attenti consumatori sempre più vegetariani.  GRANI ANTICHI 3

Ciò che contraddistingue la produzione di questo importante patrimonio siciliano è la scelta di non utilizzare sostanze chimiche e tossiche, che ha fatto si che i terreni della zona si ripopolassero di insetti “amici”, come le coccinelle e lucciole. L’aumento di questi insetti ha a sua volta permesso il ripopolamento delle rondini e la salvaguardia di un intero ecosistema. Una produzione sostenibile, dunque, nel rispetto della biodiversità.

Non è stato sicuramente facile per una ragazza di città, che si recava in campagna solo d’estate con la famiglia, affermarsi come capo di un’azienda in un contesto che è sempre stato prettamente maschilista e che negli ultimi anni si è aperto al cambiamento e all’innovazione, grazie all’azione di molti giovani che hanno deciso di riappropriarsi del territorio siciliano attraverso l’agricoltura.   GRANI ANTICHI

«Credere nei propri sogni ed essere disposti ad affrontare grandi sacrifici pur di realizzarli», questo il motto di Carla La Placa, che è anche tra i fondatori dell’Associazione Padiglione Italia, nata dalla sinergia dei ventuno testimonial del Saper Fare e della Potenza del Limite, scelti per raccontare al mondo le eccellenze italiane, con l’obiettivo di legare l’attività di ricerca e di sviluppo nel settore agroalimentare alla diffusione dei suoi valori nel mondo.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi