BELPASSO – “Ripartire dalla terra per coltivare il futuro” è questo il titolo del convegno organizzato dall’on. Salvo Pogliese, parlamentare europeo di Forza Italia-PPE, e dal deputato regionale di Forza Italia on. Alfio Papale, che si svolgerà sabato 18 giugno alle ore 9:30 presso il centro fieristico Etnafiere a Etnapolis.

Tema del convegno sarà rappresentato dale opportunità che il PSR (Programma di Sviluppo Rurale) e i fondi europei per il periodo 2014-2010 offrono per il rilancio dell’agricoltura siciliana, settore essenziale per l’economia della nostra terra che da tempo è in oggettive difficoltà per la crisi mondiale, per alcune scelte comunitarie e per problematiche locali.

Oltre agli onorevoli Pogliese e Papale interverranno l’on. Basilio Catanoso, deputato nazionale di Forza Italia, l’on. Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Ars, il senatore di Forza Italia Vincenzo Gibiino, Gaetano Cimò, direttore generale Assessorato regionale all’Agricoltura, Roberto Emma consulente in euro-progettazione, Giovanni Pappalardo presidente provinciale Coldiretti Catania, Giovanni Selvaggi presidente provinciale Confagricoltura Catania, e l’on. Antonello Cracolici assessore regionale all’Agricoltura.

“L’agricoltura rappresenta una colonna portante dell’economia siciliana” – dichiara Salvo Pogliese -. “Basti pensare alle 83 mila imprese agricole e agli oltre 150 mila lavoratori diretti, che però sta vivendo una forte crisi, indubbiamente dovuta alle contingenze internazionali o a scellerate decisioni di Bruxelles, su tutte l’ok all’import esentasse dell’olio d’oliva tunisino a cui mi sono fortemente opposto al Parlamento europeo, ma che sconta anche lacune e pecche intrinseche nel nostro sistema agricolo. Un’importante opportunità per rilanciare l’agricoltura siciliana, volano per l’intera regione, è rappresentata dai fondi europei, che devono essere spesi, e non sempre questo succede, e soprattutto devono essere impiegati proficuamente – conclude l’europarlamentare – per sostenere gli agricoltori e aiutarli a competere nel mercato globale grazie ai nostri prodotti di qualità”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi