L’Akragas è pronta per un colpo Gigante. In queste ore l’argentino Sergio Bernardo Almiron si trova a Torre del Grifo, sede della prima parte del ritiro precampionato della formazione allenata dall’ex compagno di squadra ai tempi del Catania, Nicola Legrottaglie per definire l’accordo per il suo trasferimento in Lega Pro. Dopo Capuano si andrebbe a rimpolpare la colonia di ex giocatori rossazzurri per il nuovo progetto biancazzurro di Giavarini e soci. Un acquisto suggestivo, con il giocatore ex Juve e Bari dal passato glorioso, ma ad onor del vero dal presente un pò incerto sui campi di calcio. Una importante serie di infortuni ha portato Almiron alla risoluzione del rapporto con il Catania nella passata stagione. Una scommessa importante che Legrottaglie e la società vogliono cercare di vincere. A Torre del Grifo anche un altro fresco acquisto. Mattia Fiore infatti, promettente attaccante di scuola Lazio è stato prelevato in prestito dalla società biancoceleste e sarà un’importante pedina per il prossimo anno.

Per il resto ancora tanti tasselli da aggiungere al puzzle tra cessioni, acquisti da monitorare costantemente. Polemiche accesissime sulla cessione di Chiavaro, passato al Siracusa. Stesso destino potrebbe essere riservato a Vindigni e Savanarola, la cui riconferma non è ancora certa. Il gruppo che lo scorso anno ha stravinto il campionato di Serie D sarà fortemente stravolto. I tifosi stanno alla finestra per capire come agirà la società, ma intanto chiedono a gran voce di rivedere alcune scelte di mercato confermando l’importanza di avere in rosa delle bandiere rappresentative dei propri colori. Per Christian Argurio, nuovo ds dell’Akragas ci sarà molto lavoro da fare entro l’inizio della prossima stagione.

Scrivi