Amaro l’esordio dell’Akragas all’Esseneto. Dopo i lavori di adeguamento dello stadio agrigentino, si tornava oggi a casa propria per la prima volta in questo campionato di Lega Pro dopo essere stati ospitati dal Provinciale di Trapani per le prime sfide “casalinghe” della stagione. Un peccato che la Fidelis Andria abbia fatto da guastafeste, battendo gli uomini di Legrottaglie con un netto 2-0 che lascia poco spazio alle recriminazioni. Non basta una ripresa gagliarda ai biancazzurri per recuperare una gara ormai decisa nella prima frazione di gioco. Gli attuali leader in classifica (a braccetto con la Casertana), giocano una gara tatticamente ordinata e senza sbavature, trovando spesso e volentieri l’Akragas impreparato. Di Grandolfo, su rigore, il vantaggio all’11’. Raddoppio firmato Strambelli. Doccia fredda per i siciliani che tornano sulla Terra dopo le esaltanti vittorie dei turni precedenti. Il riscatto deve essere immediato. La classifica è corta e una sconfitta non rischia di rovinare quanto di buono fatto fino ad oggi.

Scrivi