PALERMO – Come si comportano i siciliani quando acquistano il pesce? Quanto ne sanno sul pesce congelato e surgelato? E, ancora, meglio comprare al supermercato o al mercato?

Sono alcune delle domande a cui si  darà una risposta mercoledì 9 dicembre, alle ore 17.30, durante l’incontro coi consumatori organizzato da Coop Sicilia al Centro Commerciale La Torre di Palermo,all’interno dell’Ipercoop (area Pescheria): l’appuntamento servirà anche a presentare i risultati dello studio condotto dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia “Adelmo Mirri” sulla qualità percepita del pesce congelato e surgelato nei mercati e nella grande distribuzione a Palermo. All’incontro parteciperannoCalogero Di Bella, Giuseppe Barbera e Gaia Vanella dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, e Guido Macaione, responsabile del Servizio Qualità e Sicurezza Alimentare Coop Sicilia.

Il consumo di pesce per i siciliani fa parte della tradizione e dell’identità culturale, oltre che alimentare. Ancora oggi, la vendita avviene spesso in contesti “tradizionali” che non necessariamente sono garanzia di freschezza e salubrità, e non sempre soddisfano tutti i requisiti imposti dal nuovo quadro normativo in termini di sicurezza alimentare, igiene e controlli: aspetti di fondamentale importanza per la salute del consumatore.

L’indagine dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia si è concentrata sulla percezione del consumatore in merito al termine “decongelato” per scoprire qual è il suo livello di conoscenza del processo di congelamento e decongelamento dei prodotti ittici durante l’intera filiera. Dai questionari, somministrati al mercato popolare di Ballarò e negli Ipercoop Forum e La Torre di Palermo, è emerso che il consumatore siciliano vuole anzitutto informarsi: la salute e la conoscenza del cibo che si consuma è un aspetto importante anche per la persona adulta e per la cura del sé, a prescindere dal fatto che debba pensare a nutrire un bambino in casa. Chi preferisce il prodotto fresco lo fa principalmente per la bontà del prodotto, il gradimento in famiglia e la provenienza del prodotto, mentre la preferenza del prodotto congelato è principalmente giustificata dalla garanzia di sicurezza alimentare e/o dalla qualità.  Inoltre chi preferisce acquistare il congelato ritiene che i valori nutrizionali rimangano inalterati. Per fornire al consumatore gli strumenti per un acquisto consapevole, gli esperti dell’Istituto Zooprofilattico illustreranno le metodiche di pesca, la stagionalità, i sistemi di tracciabilità dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura.

Durante l’incontro Coop presenterà anche il proprio sistema per la sicurezza della filiera ittica, che ha ottenuto varie certificazioni come ulteriore garanzia di qualità e trasparenza. Un sistema di tutela della salute del consumatore che assicura, tra le altre cose, la rintracciabilità del prodotto, l’assenza di Ogm e coloranti nell’alimentazione dei pesci e il rispetto del cosiddetto “equo-sistema”, basato sull’utilizzo di impianti di grandi dimensioni e a bassa densità dove i pesci allevati possono nuotare liberamente.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi