Tempo in netto peggioramento nei prossimi giorni  per le zone meridionali della penisola. Una depressione in risalita da Sud, alimentata dalla confluenza di correnti fresche nord-orientali con masse d’aria più calda in sede nord-africana, muoverà verso il Sud Italia e in particolare la Sicilia, apportando una severa fase di maltempo.

La notevole energia termica in gioco (la superficie del mare è ancora particolarmente calda) favorirà lo sviluppo di imponenti sistemi temporaleschi, larghi anche decine e decine di chilometri, che potranno arrecare ingenti precipitazioni sull’isola.

Già nella giornata di oggi, ci attendiamo i primi fenomeni in arrivo sul comparto centro-orientale dell’isola. Si tratterà però di fenomeni ancora discontinui e generalmente non troppo intensi, salvo intensificazione serale sulla Sicilia orientale. Mercoledì 9 Settembre la perturbazione raggiungerà il suo apice con piogge e temporali diffusi, di forte intensità e a carattere di nubifragio, possibili grandinate e forti raffiche di vento, sulla Sicilia centro-orientale. Le province maggiormente colpite dovrebbero risultare quelle di Messina (specie basso messinese), Catania, Siracusa, Ragusa, Agrigento, ma anche Caltanissetta, Enna. Non mancheranno piogge e rovesci sui restanti settori, ma la Sicilia occidentale risulterà nel complesso meno colpita.

Ad Acireale( CT ) è prevista allerta meteo per mercoledì 9. Il sindaco Roberto Barbagallo, ha convocato a Palazzo del Turismo, l’assessore e il capo settore della locale Protezione Civile, Pietro Paolo Rori e Giuseppe Torrisi, e i rappresentati dell’Associazione Arci Caccia per attivare tutte le procedure utili a fronteggiare le piogge intense previste nella Sicilia orientale per la giornata di mercoledì 9 settembre.

«Attendiamo i bollettini del Dipartimento regionale di Protezione Civile, la notizia non sia dunque considerata un allarme, ma un’ informazione utile per tutti. Qualora le previsioni fossero confermate, sul nostro territorio si abbatteranno piogge intense ed abbondanti a dunque invito fin da ora i cittadini a non programmare particolari spostamenti e a tenersi a distanza dai punti sensibili», dichiara il sindaco.

Intanto stamattina su sollecito del sindaco, Ferrovie di Stato ha provveduto alla pulizia e disostruzione del canale di gronda alle spalle della stazione di Acireale, punto di deflusso dell’acqua piovana verso la frazione di Santa Maria delle Grazie. Il primo cittadino annuncia che, in vista della stagione autunnale, nei prossimi giorni saranno verificate le condizioni del pozzo assorbente tra via San Girolamo e via dell’Agrumicultura e il regolare deflusso delle acque verso il canale di gronda di via delle Terme. L’assessore ai Lavori Pubblici, Nando Ardita inoltre, con una nota ha esortato gli Uffici e la Sogip ad effettuare in tempi brevi l’intervento di pulizia delle caditoie.

Nella giornata di giovedì, il maltempo dovrebbe resistere ancora nella prima parte della giornata, per poi attenuarsi con il passare delle ore.

L’Ufficio comunale della Protezione Civile di Catania ha reso noto che dal pomeriggio di oggi, martedì 8 settembre 2015, sul territorio comunale è scattato l’allerta meteo e sono quindi sono state attivate tutte le procedure previste in questi casi.
Fino alla serata di oggi l’allarme sarà arancione, ma a partire dalla mezzanotte diventerà rosso con forti piogge e temporali, raffiche di vento, fulmini e locali grandinate e mare mosso. Il pericolo sarà rappresentato, a Catania, anche dal riversarsi a valle dell’acqua piovana proveniente dall’Etna.
Sono già stati attivati i presidi operativi e, a partire dalla mezzanotte di oggi, entrerà in funzione il Centro operativo comunale (Coc) che, secondo quanto prevede il Piano di emergenza della città di Catania, coordinerà tutte le operazioni di Protezione civile.
A partire dalla mezzanotte e per tutta la giornata di mercoledì 9 settembre i cittadini catanesi sono dunque invitati alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale e a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici.

Per ogni segnalazione si potrà chiamare il numero 095/484000, che corrisponde al Centro segnalazione emergenze, attivo 24 ore su 24, oppure ai numeri 095/7101148-49-50-55. Si potranno inviare anche email all’indirizzo protezionecivile@comune.catania.it.

Scrivi