CATANIA – “Animum debes mutare, non caelum”: da un’esortazione di Seneca all’amico Lucilio prende le mosse il nuovo cartellone 12115448_980727075317577_4091977467916761440_ndella Società Catanese Amici della Musica, dal titolo “Altri approdi”, nel desiderio di dar conto della straordinaria creatività artistica elaborata all’ombra del Vulcano. A tagliare il nastro degli appuntamenti, giovedì 26 novembre alle ore 19,30 all’Hotel Katane Palace di Catania, è il secondo “Incontro con l’autore”, di cui sarà protagonista il musicista Joe Schittino, presenza tra le più significative del panorama compositivo europeo contemporaneo: lo intervisterà il collega Matteo Musumeci, per farlo conoscere al grande pubblico, prima della creazione mondiale di “Visioni”, un ciclo di diciotto canti su liriche del tenore Riccardo Palazzo, che ne sarà anche interprete, accompagnato al piano da Junko Mashima.

Una seconda prima assoluta, l’11 aprile, al Piccolo Teatro, affiancherà a un classico del Novecento, L’Histoire du soldat di Igor’ Stravinskij, una nuova partitura di Matteo Musumeci, Il circo magico, scritta per lo stesso organico, con la partecipazione di Vito Imperato, primo violino. Un’autentica parata di stelle brillerà per gli appassionati del belcanto: il soprano Daniela Schillaci, con il pianista Gaetano Costa (20 gennaio), il controtenore Riccardo Angelo Strano, accompagnato da Manuela Cigno (17 marzo) e il basso Dario Russo, affiancato dal pianoforte di Luca Giuseppe Cubisino (8 maggio), presenteranno programmi che spaziano da Rossini a Verdi, con un omaggio alla liederistica di Schubert.CARTELLONE Approdi A3

Uno spazio privilegiato verrà riservato alla musica da camera. Due giovanissimi ma già talentuosi pianisti, Alessandro Zerilli (10 febbraio) e Daniele Rametta (19 aprile), affiancheranno due compagini di organico assai diverso: il Quintetto di fiati “Quintessenza”, per il tradizionale Concerto di Natale (22 dicembre) e il Quartetto Bottesini (2 maggio), in un programma monografico dedicato alla singolare figura del musicista romantico.

Ma la programmazione della Scam presenta, quest’anno, molte novità, tra cui una rassegna di film a carattere musicale (da gennaio a maggio) e un omaggio a William Shakespeare, nel quarto centenario della morte (21 aprile). E il viaggio verso nuovi orizzonti prevede anche un cartellone parallelo dedicato ai più giovani, “Nuovi Approdi”, che – grazie alla sinergia con l’Associazione culturale Leaf – permetterà di conoscere alcuni talenti emergenti, in un appassionante excursus attraverso generi musicali diversi.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi