ROMA − “Quello in esame è un buon testo in cui è presente una spinta significativa in direzione della green economy e di una concreta strategia per la sostenibilità”. Così il senatore Giuseppe Compagnone, del gruppo Alleanza Liberalpopolare – Autonomie, intervenendo durante la discussione sul collegato ambientale in corso nell’Aula di Palazzo Madama.
“Nel provvedimento sono contenute anche buone norme in tema di gestione dei rifiuti – prosegue il parlamentare – con particolare riferimento ai capisaldi della moderna economia circolare che si concretizza nella riduzione della produzione del rifiuto, nel riuso e nel riciclo. Siamo, infatti, convinti che occorra utilizzare la leva economica per incentivare i cittadini ad assumere stili di vita tesi verso il riciclo e il riuso”.
“Certo si sarebbe potuto fare di più. Ad esempio sugli imballaggi era immaginabile introdurre un sistema incentivante per gli esercenti che si fossero dotati di strumenti per il ritiro delicato degli imballaggi non pericolosi, in cambio di bonus o comunque di agevolazioni da parte dei Comuni per quanto attiene la tassa di smaltimento dei rifiuti urbani”, conclude Compagnone.

Scrivi