ACI TREZZA − Studenti milanesi in visita ad Aci Trezza alla scoperta delle perle naturalistiche siciliane. Una classe del Liceo Scientifico Statale “Bertrad Russel” di Garbagnate Milanese, infatti,
pur non potendo approdare sull’Isola Lachea per le condizioni meteo avverse, ha apprezzato dal lungomare dei Ciclopi ad Aci Trezza il caratteristico isolotto ciclopico e le sue peculiarità.
Un sito naturalistico di particolare pregio tutelato tramite la Riserva naturale integrale “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi” istituita dalla Regione e gestita dal Cutgana dell’Università di Catania (il centro di ricerca diretto da Giovanni Signorello).
Nel corso della visita, gli studenti hanno preso parte ad una “lezione” sulle aree protette in gestione e le attività di educazione ambientale rivolte a docenti e studenti oltre che di ricerca multidisciplinare in campo ambientale svolte dal centro universitario.
“Il Cutgana promuove, coordina e realizza, anche in collaborazione con i dipartimenti dell’ateneo e con altre istituzioni scientifiche nazionali ed internazionali ed enti pubblici e privati, ricerche e studi in materia di tutela, gestione e valorizzazione delle risorse ambientali e degli ecosistemi naturali e agrari” ha spiegato Natalia Leonardi, biologa del Cutgana alla presenza dei docenti (Stefania Bedushi e Nadia Nobili) e studenti dell’istituto milanese.
Il centro di ricerca universitario gestisce sette riserve naturali della Regione Siciliana – Complesso Immacolatelle e Micio Conti di San Gregorio di Catania, Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi di Aci Trezza, Vallone di Piano della Corte di Agira, Isola Bella di Taormina, Complesso speleologico Villasmundo-Sant’Alfio di Melilli, Grotta Palombara di Melilli, Grotta Monello di Siracusa, e l’Area marina protetta Isole Ciclopi di Aci Castello istituita dal Ministero dell’Ambiente, in cui vengono anche sperimentati e realizzati innovativi modelli di gestione e promosse nuove forme di ecoturismo responsabile.

Scrivi