CATANIA – “Sono ben lieto di intensificare il rapporto di collaborazione tra i nostri Enti”. Risponde così il sindaco della Città Metropolitana di Catania, Enzo Bianco, ai primi cittadini di Calatabiano, Giuseppe Intelisano, e di Fiumefreddo, Marco Alosi. Questi ultimi, nei giorni scorsi avevano chiesto al sindaco Bianco “che la gestione della Riserva Naturale Orientata Fiume Fiumefreddo” venisse assegnata ai suddetti comuni che la “potranno gestire in forma associata a mezzo di idonea convenzione” o “a mezzo di altro strumento associativo” che venisse individuato “quale più idoneo, tenendo conto delle eventuali prescrizioni contenute nell’atto concessionario/autorizzatorio”. “Solo la Regione può attribuire il potere gestionale delle proprie riserve – è la risposta del Sindaco Bianco – ma il vigente regolamento prevede che per le aree della zona ‘B’ i Comuni interessati, di intesa fra loro, possono presentare all’assessorato regionale per il Territorio e l’Ambiente un piano di utilizzazione per l’individuazione di iniziative volte alla valorizzazione dell’area”. “La predisposizione di un simile piano – continua il Sindaco Metropolitano – consentirebbe di offrire ai visitatori ed alle comunità ricadenti nel territorio della riserva servizi più ampi, in virtù del fatto che le amministrazioni locali hanno più diretta conoscenza di quella collettività”. “Sono ben lieto, comunque – conclude Enzo Bianco -, di intensificare il rapporto di collaborazione tra i nostri enti, mantenendo l’osservanza della vigente normativa”.

 


-- SCARICA IL PDF DI: Ambiente, la Riserva del Fiumefreddo in gestione ai Comuni --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata