CATANIA – Erano da tempo giunte al Comando di Polizia Municipale diverse segnalazioni da parte dei residenti che lamentavano la presenza di rifiuti speciali, anche pericolosi, nell’area dei cassonetti della spazzatura di via Maria Gianni.
Seguendo le direttive del sindaco di Catania Enzo Bianco, coordinati dall’assessore Rosario D’Agata, gli agenti della Sezione Ambientale della Polizia Municipale sono stati allertati e intervenuti hanno elevato 3 verbali ad altrettante persone che stavano conferendo rifiuti solidi urbani fuori gli orari consentiti: due di 50 euro in base alla ordinanza sindacale n° 29 del 2014 ed uno di 167 euro ai sensi dell’ordinanza sindacale n° 124 del 2016. Quest’ultimo verbale è stato fatto ad un individuo che, per conto di un’attività di gommista, aveva ha abbandonato 3 pneumatici fuori uso sul suolo accanto ai cassonetti. Eseguiti gli accertamenti di rito presso l’esercizio di gommista, che aveva prodotti i rifiuti in questione, gestito da P.N. di anni 58 in via Principe Nicola, i Vigili hanno scoperto che l’attività era esercitata senza autorizzazioni amministrative. Hanno quindi proceduto a verbalizzare il titolare, ai sensi della L. 12 del 2010, per non aver presentato la Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), e al consequente sequestro amministrativo dell’attrezzatura ai sensi della L.689 del 24.11.1991 con interdizione del prosieguo all’esercizio dell’attività.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi