CATANIA – E’ stato presentato dai rappresentanti sindacali di categoria della Uil e della Ugl, ai componenti della commissione consiliare permanente “Trasporti” del Comune di Catania, un documento sulla crisi dell’Amt. Nel corso dell’audizione, convocata dal presidente Carmelo Sofia, proprio per fare il punto sulle problematiche dell’azienda di trasporto pubblico locale, Franco Di Guardo della Uil trasporti e Giuseppe Scannella di Ugl trasporti autoferrotranvieri, hanno preso la parola per chiedere il deposito di una nota agli atti della commissione, con la quale viene espressa ai consiglieri una proposta di ordine del giorno da presentare in consiglio comunale. Un testo forte che mira a sostenere la necessità di un impegno del civico consesso e dell’amministrazione comunale affinchè si possa garantire un netto cambio di passo nella gestione della partecipata che, allo stato attuale, versa in una situazione drammatica. “Come avevamo annunciato alla protesta, che in ogni caso ancora non si placa, vogliamo affiancare un’azione di proposta che oggi si è concretizzata con la presentazione di questo documento congiunto con il quale, dopo aver percorso la storia ed i fatti fin qui accaduti nell’ambito della conduzione dell’Amt, si chiede una discontinuità nell’azione e nelle politiche industriali dell’azienda – dichiarano soddisfatti i sindacalisti. Chiediamo, dunque, al Consiglio comunale un’assunzione di responsabilità nel proporre l’ordine del giorno depositato impegnando gli amministratori della città a chiedere all’Amt la formulazione di un piano industriale maggiormente incisivo, a redigere un concreto piano di rientro del debito, a prevedere il vincolo nell’apposito capitolo di bilancio delle somme trasferite di volta in volta dalla Regione così da garantire l’immediata liquidazione dei fondi regionali, a provvedere all’implementazione di un serio piano della mobilità che tenga conto dell’impellenza di dotare l’Amt di un parco mezzi a basso impatto ambientale per la riduzione delle emissioni di C02 come previsto dal “patto dei sindaci”. Infine con l’ordine del giorno suggerito si impegna l’amministrazione a valutare anche l’opportunità di procedere ad un rapido rinnovo dei vertici amministrativi e gestionali dell’Azienda Metropolitana Trasporti, individuandoli tramite procedura ad evidenza pubblica che possa tenere conto dell’elevata professionalità e di una conclamata esperienza nel settore. “Ci siamo appellati alla sensibilità dei componenti della commissione, che ringraziamo per averci ascoltato, su un tema così caldo e delicato che interessa centinaia di lavoratori. L’auspicio è che l’attività del presidente Sofia e dei commissari, possa adesso procedere con la presentazione in aula di questo ordine del giorno, in modo tale da coinvolgere l’intero consiglio a chiedere al sindaco ed alla giunta un impegno più incisivo, in questa corsa contro il tempo per salvare l’Amt ed i suoi dipendenti da un tracollo sempre più dietro l’angolo – concludono Di Guardo e Scannella.”

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi