ROMA − “Finalmente, e lo dico da sindaco del Sud, troviamo adeguata attenzione per il Mezzogiorno d’Italia nel Piano pluriennale dell’Anas”.
Lo ha detto il sindaco di Catania e presidente del Consiglio nazionale dell’Anci a Roma durante la presentazione del Piano di investimenti in una conferenza stampa nel Parlamentino del Ministero alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, del presidente dell’ Anas, Gianni Vittorio Armani e dal presidente della Conferenza Stato Regioni, Sergio Chiamparino.
“Tredici miliardi per il Sud – ha detto Bianco – sono davvero tanti. E  una buona fetta di queste risorse verrà impiegata per liberare i tanti colli di bottiglia che ingessano il Mezzogiorno d’Italia. Il Meridione è stato troppe volte coinvolto soltanto con poche righe di citazione nei grandi piani infrastrutturali del Paese. Questo nuovo corso, del quale dobbiamo ringraziare il governo in generale e in particolare il ministro Delrio, oltre che il presidente Armani, ci fa guardare con rinnovata speranza al futuro del Mezzogiorno”.
Il Sindaco ha reso noto inoltre che il presidente dell’Anas sarà a Catania in gennaio proprio per discutere della soluzione di alcuni dei problemi infrastrutturali della Sicilia del Sud-Est.
Bianco, come rappresentante dell’Anci, ha anche sottolineato come i Comuni “apprezzino e condividano il nuovo approccio nuovo del Piano pluriennale dell’Anas che passa da una logica di emergenza a un percorso strutturale che punta sulla manutenzione dell’esistente. Per un Paese come il nostro fatto di grandi città e grandi periferie, è la scelta migliore e di prospettiva.
E’ anche sulla capacità di conservare e mantenere quanto si ha che si misura il grado di civiltà di un grande Paese”.
Il Piano pluriennale Anas prevede venti miliardi di euro dal 2015 al 2020 di cui 8,8 per il completamento di itinerari; 8,2 per la manutenzione straordinaria e 3,2 per nuove opere e si prevede, come ha sottolineato Bianco, un “coinvolgimento pieno e trasparente di Comuni e istituzioni locali”.
“Le scelte di fondo – ha ricordato il sindaco di Catania – passeranno dalla Conferenza Unificata e questo ci permetterà di essere interlocutori propositivi rispetto alle scelte che si andranno a fare”.
Bianco ha poi accennato a un prossimo accordo tra Anci e Anas sulla pulizia delle strade: “puntiamo – ha detto – a un sistema in cui l’Anas provvede a raccogliere i rifiuti e i Comuni a smaltirli”.

anas

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi