CATANIA − “Nel giorno del 154esimo anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano riteniamo doveroso ricordare due nostri militari, i fucilieri di marina Latorre e Girone, vittime di una grottesca situazione che da tre anni ne limita la libertà personale e la dignità di rappresentanti delle Forze armate del nostro Paese”, dichiara Luciano Zuccarello, componente della Costituente regionale della Sicilia orientale di Fratelli d’Italia Allenza nazionale, già consigliere comunale di Catania.

“Dopo circa 1200 giorni il governo italiano non è riuscito a riportare in patria definitivamente due suoi uomini in divisa, mettendo in gioco la nostra dignità di Patria e il nostro Onore, principi fondamentali che devono essere difesi e non svenduti. Sembra che parlare del fuciliere di Marina Girone, trattenuto illecitamente in India e del fuciliere Latorre, da alcuni mesi in Italia per gravi motivi di salute, provochi fastidio e imbarazzo al Governo. Vergogna!”, ha aggiunto Luciano Zuccarello.
“Gli atteggiamenti equivoci e indecisi del governo italiano in questi lunghi anni hanno offeso la dignità dei nostri fucilieri che hanno difeso, facendo il loro dovere, il Tricolore Nazionale. Il Governo deve assolutamente riportarli in Patria e non fare finta di averli dimenticati “, conclude l’esponente di Fratelli d’Italia.

Scrivi