CATANIA – Il sindaco  Enzo Bianco ieri  ha portato la sua solidarietà ai lavoratori di Antenna Sicilia per i quali la Sige, decidendo di tagliare la produzione dei telegiornali e dei programmi di intrattenimento, ha avviato la procedura di licenziamento per motivi economici.

Bianco – al quale le rappresentanze sindacali di Associazione siciliana della Stampa,  Slc-Cgil e Fistel-Cisl hanno illustrato i dettagli della vertenza – ha confermato il suo impegno personale per cercare di salvare i posti di lavoro dei giornalisti e dei tecnici della storica emittente. <Oggi – ha detto il sindaco – incontrerò l’assessore regionale al lavoro Caruso che ha aperto un tavolo di confronto su questa  vertenza e gli farò presente la piena solidarietà della città>.

Il sindaco ha quindi rivolto un appello all’azienda che fa capo all’editore Mario Ciancio, perchè – ha detto Bianco – accolga l’invito dell’assessore regionale al Lavoro e poi perché verifichi fino in fondo le possibilità concrete che possano consentire delle soluzioni positive>.

<Ci rendiamo tutti conto – ha aggiunto – delle terribili difficoltà del mercato, ma poiché i sindacati hanno avanzato proposte anche molto interessanti e nuove che potrebbero consentire ad Antenna Sicilia, che è un patrimonio di tutta la Regione, di proseguire con i propri telegiornali, bisogna impegnarsi tutti insieme. Chiudere la porta a questa trattativa apparirebbe incomprensibile. Rivolgo un appello ai sindaci siciliani perché quella della sopravvivenza di Antenna Sicilia diventi una battaglia di tutti. Dobbiamo salvare questo bene del territorio che è il vostro modo di fare giornalismo>.

Scrivi