CATANIA – La Cgil e la Slc di Catania plaudono alla decisione del consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti Sicilia che ha inflitto sei mesi di sospensione alla giornalista pubblicista Angela Ciancio a proposito della vertenza che ha segnato la chiusura del telegiornale di Antenna Sicilia e applicato una censura alla giornalista, ora eurodeputata, Michela Giuffrida che del Tg era la responsabile.”È un atto che tiene in giusta considerazione la condizione dei giornalisti licenziati nel corso dell’ultima vertenza di Antenna Sicilia. La chiusura dello storico Tg ha accelerato il declino del settore emittenza televisiva nel nostro già difficile territorio e ha dato un altro duro colpo al pluralismo informativo locale; un diritto che tutti i cittadini devono avere garantito. Attendiamo adesso il riscontro giudiziario per comportamento antisindacale che la Slc Cgil, la Fistel Cisl e l’Associazione siciliana della stampa hanno intrapreso a garanzia dei diritti lesi dai 28 lavoratori coinvolti in questo ultimo, brutale atto di licenziamento”.

Nella foto l’editore Mario Ciancio.

.
 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi