Gli agenti delle volanti della Polizia di Catania hanno arrestato due 25enni Giuseppe Patrizio Mazzone e Vincenzo Carmelo Famoso per il reato di concorso in furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.
In particolare intorno alle 2 di notte una segnalazione anonima al 113 segnalava un viavai di persone sospette e di tre autovetture cariche con degli scatoloni all’interno di un complesso condominiale di via Nuovalucello. La volante sul posto faceva ingresso nel complesso dove effettivamente vi erano le tre auto segnalate cariche di scatoloni ma nessun individuo. Un attimo dopo è giunta una quarta auto con tre persone a bordo che nella circostanza non si sono accorte della presenza dei poliziotti. Scesi dal mezzo i tre hanno preso coscienza della presenza della Polizia dandosi successivamente alla fuga. Rincorsi fino al viale Marco Polo due di essi sono stati rintracciati e bloccati dentro un condominio mentre il terzo complice riusciva a scappare. Subito dopo è stato accertato che gli scatoloni contenevano della merce trafugata poco prima da un negozio di abbigliamento di Tremestieri Etneo. Gli oltre 700 capi d’abbigliamento, per un contro valore stimato di oltre 9000 mila euro, sono stati restituiti al titolare che nel frattempo aveva constatato l’effrazione del suo negozio. I due soggetti fermati, entrambi incensurati e residenti a San Cristoforo sono stati arrestati per furto aggravato ed anche per la resistenza opposta agli agenti.

10846247_714075288684372_8394454063623471359_n
Inoltre nel corso delle perquisizioni domiciliari svolte all’interno di un garage nei pressi di via Belfiore, di proprietà di Mazzone, è stata rinvenuta altra merce di probabile provenienza furtiva consistente in capi d’abbigliamento, materiale da pesca, deumidificatori, deodoranti, bagnoschiuma, occhiali da vista e persino una bombola per cannello ossidrico. A lui quindi è stato contestato anche il reato di ricettazione.
Su disposizione dell’Autorità giudiziaria i due arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi