CATANIA – Dissipare dubbi e perplessità sul pagamento delle spettanze dovute dall’Asp: questo lo scopo dell’incontro che si è svolto nella Prefettura di Catania, alla presenza  del prefetto Maria Guia Federico, del vescovo di Catania Salvatore Gristina, del presidente dell’O.D.A. Alfio Russo, dei dirigenti dell’ASP  e delle Segreterie provinciali di FP CGIL – rappresentata da Gaetano Agliozzo- , CISL FP – con Armando Coco e Nuccio Sciacca –   e UIL FPL con Stefano Passarello e Luca Crimi.

Nella riunione il prefetto ha ritenuto necessario chiarire che l’ASP, in riferimento alla convenzione vigente ex legge, rimborsa tutte le somme funzionali utili alla gestione dell’Ente per il pagamento di spese e servizi  (stipendi, contributi INPS, fornitori).  Ha ulteriormente evidenziato che i rimborsi non sono finalizzati solo al pagamento delle spettanze dovute ai dipendenti.  In riferimento all’accordo del 21 luglio, i dirigenti dell’ASP hanno comunicato di aver provveduto ai pagamenti dovuti, avendo emesso un mandato a favore dell’ODA per le prestazioni rese nel trimestre passato.

Il presidente dell’ODA, monsignor Russo, in riferimento al mandato ha comunicato di aver provveduto in data odierna al pagamento degli stipendi di maggio e di giugno, poiché le somme sono state accreditate il 3 settembre. Inoltre, ha ribadito che il piano di rientro dell’Ente si concluderà nel mese di giugno 2015, ed ha posto dei dubbi sull’interpretazione, in merito alla determinazione del periodo da considerare, relativa all’anticipazione delle somme dovute fatta dai dirigenti dell’ASP.

CGIL, CISL, e UIL FPL hanno evidenziato l’importanza dell’ODA di Catania, rappresentante di  una delle realtà più grandi del meridione nel campo dell’assistenza a disabili e anziani e della formazione professionale. Vanta otto sedi attive su tutta la provincia (di cui quattro convenzionate), dà lavoro a 480 dipendenti ed ha un “buco” di bilancio, da imputare alla gestione passata.

Considerando, inoltre, la volontà manifestata dal presidente dell’Ente a voler calendarizzare i prossimi pagamenti delle spettanze dovute al personale (il 10/10 pagamento di luglio; entro il 18/12 pagamento del mese di agosto – Tredicesima mensilità – e metà delle somme relative al mese di settembre), hanno invitato tutti gli attori del tavolo presenti, con sana responsabilità, a condividere il percorso, già iniziato, finalizzato al raggiungimento del principale obiettivo ossia il risanamento delle finanze dell’Ente, garantendo la continuità lavorativa a tutto il personale.

Preso atto del piano di rientro manifestato e dagli impegni presi  a tutela di tutti i dipendenti,  hanno contestato con veemenza la posizione di chi,  pur sapendo e conoscendo le verità assolute, continua in maniera strumentale a perpetrare  azioni sindacali di dubbia validità. A seguito della riunione odierna verrà sottoscritto il protocollo di intesa.

 

 

 

Scrivi