Il 51% dei giovani siciliani sono disoccupati. Questa la cruda realtà cui la nostra Regione dovrebbe porre rimedio.
Invece, come tantissimi ragazzi continuano a chiedersi, che fine hanno fatto i soldi destinati all’inserimento nel mondo del lavoro di cui tanto si discusse all’inizio dell’anno appena concluso, soprattutto durante il cosiddetto “click day”?
E se vi dicessimo che parte di quei soldi è stato passato dalla Regione Siciliana dal capitolo a cui erano destinati a quello relativo al pagamento di pendenze giudiziarie insolute?

20160108084012
Quest’oggi nella sede catanese dell’ARS la portavoce del movimento #DiventeràBellissima Giusy Savarino, il responsabile organizzativo Ruggero Razza e il segretario regionale dell’associazione dei consumatori Codici, Manfredi Zammataro hanno denunciato per l’ennesima volta quest’insulto effettuato nei confronti dei giovani siciliani che vogliono restare nella propria terra e non emigrare per lavoro.
“Le giustificazioni dell’assessore Marziano, in merito alla vicenda, non fanno altro che confermare i nostri dubbi – dice il portavoce del movimento, Giusy Savarino – i fondi sono stati dirottati dal Piano Giovani per pagare i debiti della Regione e i tirocini promessi ai ragazzi sono a rischio. #DiventeràBellissima è a fianco dei giovani e si attiverà, insieme alle associazioni, per tutelarli”.
452 milioni di euro erano destinati al Piano Giovani, a questi sono stati sottratti circa 100 milioni da parte dello Stato per mancata spesa entro i termini pattuiti.
22 milioni sono quelli tolti a Natale da un decreto dell’ARS per pagare i debiti con gli enti di formazione nati dopo la vittoria in tribunale dei ricorsi di quest’ultimi.
62, si legge nel decreto, potrebbero essere utilizzati in futuro per pagare tutti i debiti.
Il futuro dei siciliani viene messo in crisi dal suo passato clientelare che tanto ha fatto male a chi vi ha lavorato, perché spesso non pagato, e a tutti coloro che in quei progetti avevano creduto, mentre chi su di essi ha speculato fortemente o è a piede libero e pronto a tornare o punito da volontà divina.

IMG_0609

L’Assessore Scilabra che tanto aveva fatto parlare, per la sua bellezza più che per la sua preparazione mai dimostrata sul campo, è sparita dai radar.
Manfredi Zammataro, inoltre, denuncia l’errore sin dal giorno del “Click day” e le scoperte successive hanno portato a galla spese folli anche solo per la gestione del sito stesso, mai funzionante.

Oggi il piano giovani, per quelli in attesa e per coloro che non sono riusciti ad accedervi, è in stand by, rubando tempo e futuro a tutti gli under 35 siciliani.
“Si vorrebbe impugnare la delibera che altro non fa se non togliere i soldi ai giovani” – ha concluso lo stesso.

Davide Di Bernardo.

Foto servizio di Vincenzo Musumeci.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi