BARI – Si parlerà anche di Sport alla trentatreesima Assemblea nazionale dell’Anci, in programma a Bari il 13 ottobre. Tra gli eventi che animeranno l’assise dei sindaci italiani, infatti, si svolgerà anche la tavola rotonda Salute e Sport per il Benessere nelle città, un appuntamento fortemente voluto dalla fondazione Sport 3.0, in collaborazione con I-com, Healt city think tank, C14+ e supportato dal Coni, per raccontare come la vivibilità delle città passi anche dallo sport. Una giornata intensa, durante la quale, grazie al contributo dei numerosi relatori, verranno presentati alcuni progetti per migliorare le realtà urbane, per rivoluzionare le abitudini per fare del benessere una componente fondamentale delle nuove realtà urbane. Tra questi, “Sportcity, la città dello sport”, un vademecum che proporremo agli enti locali sulla riqualificazione dei parchi urbani.

“A Bari si parlerà di Sport City – spiega Fabio Pagliara, segretario della Fidal, tra i soci fondatori di Sport3.0foundation e moderatore di uno dei convegni – quindi di come sportivizzare le città. Lo faremo come facciamo normalmente, spiegando in modo semplice e concreto le attività”. Quattro eventi in particolare animeranno la giornata. “Racconteremo lo studio fatto con l’Istituto Piepoli su quanto i cittadini gradiscano questo genere di attività – precisa Pagliara, si parlerà del nostro codice etico, fatto appositamente per le scuole con un contest apposito,. delle attività che immaginiamo per trasformare i parchi urbani in parchi per lo sport e, infine, una nuova definizione dello sport, con “Sport, una lettera alla volta”: un percorso per trovare una definizione condivisa”.

Una giornata intensa, dunque, che vedrà la partecipazione, tra gli altri, del sindaco di Catania e Presidente del Consiglio nazionale dell’Anci, Enzo Bianco, Daniela Sbrollini, Vice presidente Commssione affari sociali della Camera dei Deputati, Massimo Zedda, sindaco di Cagliari, Paolo D’Alessio, Commissario Straordinario ICS, Pietro Petruzzelli, assessore allo sport del Comune di Bari, Roberto Pella, vicepresidente e responsabile sport dell’Anci, Vincenzo Parrinello, vice presidente Fidal e Antonella Palmisano, quarta nella 20 km di marcia alle olimpiadi di Rio.

Sport3.0foundation nasce proprio con lo scopo, e dalla volontà di alcune personalità attive nel mondo dello sport e delle scienze motorie, della comunicazione, delle professioni giuridiche ed economiche, delle università, libere da ogni vincolo di rappresentanza di organizzazioni politiche o portatrici di interessi di gruppi economici o commerciali, di mettere a disposizione delle istituzioni sportive nazionali, e più genericamente della governance del paese, le proprie capacità professionali e il proprio patrimonio esperienziale, certi di poter contribuire positivamente all’attuale processo evolutivo del sistema sport italiano.

La logica di Sport3.0foundation è quella di immaginare lo sport come elemento centrale dello sviluppo sociale della Nazione, grazie alla sua valenza educativa, sanitaria, culturale. Uno sport non solo “per tutti”, ma ovunque: nei palazzetti come nelle piazze, nelle scuole come nelle piste ciclabili, negli stadi come nei campetti di quartiere. Uno sport che diventi strumento di intervento sociale, capace di rispondere alla crisi economica mondiale con soluzioni “a chilometro zero” e che utilizzino le città come palestre a cielo aperto, grimaldello per riunire sotto l’egida dei valori, quelli veri, dello sport, popolazioni europee di lunga o recente tradizione comunitaria.

Motivo in più per cui l’Anci ha dato la sua disponibilità ad affiancare questo percorso ospitando il convegno nell’ambito dell’Assemblea nazionale.


-- SCARICA IL PDF DI: Assemblea nazionale ANCI, tra i temi anche lo sport e la salute --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata