di Graziella Nicolosi

CATANIA – Continuano gli appuntamenti della rassegna “Un giornalista, un libro, un thé”, organizzata dall’Associazione della stampa di Catania. Protagonista del prossimo incontro, che si svolgerà martedì 21 aprile alle ore 17:30 presso la sala ex convention bureau alle Ciminiere di viale Africa, è il sociologo, giornalista e docente di comunicazione, Francesco Pira. L’autore presenterà il suo ultimo lavoro “Comunicazione pubblica e d’impresa”, scritto a quattro mani con Andrea Altinier, docente di comunicazione pubblica ed aziendale. A fare gli onori di casa e conversare con lui sarà il giornalista e segretario dell’Assostampa di Catania, Daniele Lo Porto.

Il volume – pensato non solo per gli studenti, ma per tutti gli operatori della comunicazione – analizza le moderne tecniche di comunicazione pubblica e d’impresa, con un riferimento particolare al mondo della Rete. Vengono descritte le campagne di comunicazione di aziende come Coca Cola o Nike, ma c’è spazio anche per la reazione di Costa Crociere al naufragio della Concordia, o per la comunicazione di un Presidente del Consiglio ai cittadini.

“È un progetto – spiegano gli autori – che parte non solo dall’amore verso la comunicazione, ma da un lavoro di analisi e ricerca durato quasi due anni per individuare case history, teorie nuove, ricerche sui trend e sul consumo dei media”.

“La motivazione che ci ha spinto a scrivere questo libro – aggiungono – parte da un presupposto molto semplice: la comunicazione non è, come spesso si crede, solo fantasia e creatività, ma dietro ogni progetto ci sono un metodo, delle teorie, dei processi organizzativi e tanto lavoro. E, quindi, questo testo per chi fa comunicazione è una “cassetta degli attrezzi”, che fornisce gli strumenti per analizzare e costruire campagne, realizzare format e delineare e gestire piani di comunicazione”

Il testo è suddiviso in sei macro parti: il contesto comunicativo contemporaneo, la comunicazione pubblica, la comunicazione d’impresa, il piano di comunicazione, la responsabilità sociale d’impresa, la comunicazione di crisi. Non mancano riferimenti alla Rete e ai social network, che, secondo gli autori, sono uno strumento inter pares e non super partes. “Chi si occupa di comunicazione oggi – chiariscono Pira e Altinier –  deve saper gestire tutte le piattaforme a disposizione, integrandole secondo una strategia precisa e dettagliata”.

Uno spazio molto ampio viene dedicato al “piano di comunicazione”, strumento essenziale per un ente, un’azienda e più in generale qualsiasi soggetto che decida di investire in comunicazione, di cui gli autori illustrano le potenzialità e il processo organizzativo.

 

Scrivi