CATANIA – Ricostruire l’Ufficio stampa, di fatto cancellato dal 1′ gennaio 2014. È quanto chiede la Segreteria provinciale dell’Assostampa Catania, il sindacato unitario dei giornalisti italiani, con una lettera inviata al neo sovrintendente del Teatro massimo “V. Bellini”, Roberto Grossi.

“È impensabile che un Ente culturale di così lunga e consolidata tradizione possa continuare ad operare senza l’Ufficio stampa istituzionale e l’apporto organico e continuativo di giornalisti, come previsto dalla Legge 150/2000.

L’Assostampa è, quindi, disponibile ad un incontro costruttivo per valutare tutte le possibilità che, in relazione anche alla difficile situazione di bilancio dell’Ente, possano consentire una completa e corretta informazione sulle prossime attività e produzioni”, è scritto nella nota.

L’Assostampa Catania, infine, precisa che, a differenza di quanto appreso e diffuso nelle scorse settimane,  non risultano contrattualizzati dall’Ente Teatro massimo giornalisti che svolgano la loro opera gratuitamente.

Scrivi