RAGUSA- Dopo il Successo di un anno fa a Comiso, su iniziativa dell’associazione culturale Servi e Padroni, la Confessione fa tappa, per la prima volta, a Ragusa all’auditorium San Vincenzo Ferreri (Ragusa-Ibla), dopo gli spettacoli di sabato e domenica scorsi, da giovedì  fino a domenica 18. Tutte le serate saranno in  doppia replica, , la prima alle 20.30 la seconda alle 22.
Due file con dieci inginocchiatoi: da un lato dieci spettatori, muti confessori in ascolto, dall’altro dieci personaggi “peccatori” che si avvicendano e confessano i loro peccati. Lo spettatore uomo confessa sempre una peccatrice femmina. La spettatrice donna confessa sempre un peccatore uomo. La curiosità tutta umana di spiare i peccati degli altri.

“La Confessione” – dice il regista e ideatore Walter Manfrè  – fin dal suo debutto ,è uno spettacolo  rivoluzionario, oltre essere un’ indagine di vent’anni e su scala mondiale sul  tema del peccato, è da sempre per sua natura un ponte diretto fra l’attore, l’autore e lo spettatore.”

Ogni replica sarà accessibile solo a 10 spettatori e a 10 spettatrici. Venti monologhi per venti personaggi, tutti diversi tra loro, nei panni e nell’indole, scritti appositamente per questo spettacolo dai più grandi scrittori italiani, da Dacia Maraini a Vincenzo Consolo, Aldo Nicolaj e tanti altri.
Si tratta sempre di peccati “della mente e della mano, di lussuria della “carne e delle idee” per parafrasare il monologo del prete folle che accoglie gli spettatori all’inizio dello spettacolo e che in questa edizione a Ragusa verrà interpretato ogni sera da Massimo Leggio. Nei prossimi giorni verrà ufficializzato anche il cast dei peccatori. Tra gli autori anche due siciliani: Domenico Trischitta, già autore di diversi libri e testi teatrali, già aiuto regista di Franco Battiato nell’Estate catanese di qualche anno fa,  e Lucia Trombadora.

A fine spettacolo verrà offerto un piccolo rinfresco cosicchè gli spettatori potranno, volendo, interagire con gli attori. E’ necessaria la prenotazione: 320/8685497

 

 

Scrivi