AUGUSTA – “La nota della direzione sanitaria del 13 maggio 2016 prot. 307 con la quale si prevede la sospensione a tempo indeterminato dei ricoveri presso la UOC di Pediatria nel P.O. di Augusta rappresenta l’ennesimo schiaffo alla Città” , questo l’amaro commento del Consigliere Comunale di cambiAugusta Giuseppe Di Mare.

“Continua una gestione – afferma Di Mare – altamente penalizzante per il presidio ospedaliero Muscatello che fa pensare ad una “regia” che porti all’ulteriore declassamento totale del nostro Ospedale”.

“Il famoso crono-programma – continua il consigliere di cambiAugusta – è rimasto sulla carta, ancor più grave non si rispettano i patti, personalmente non condivisi, che la chiusura dei ricoveri in Pediatria sarebbe avvenuta solo con la contestuale apertura di altri reparti, oggi la direzione sanitaria smentisce se stessa. Dal canto suo, la classe politica cittadina e provinciale, di fatto, a luglio, con l’approvazione della pianta organica ha certificato la soppressione di Pediatria ad Augusta, con il silenzioso ed accondiscendente consenso anche di chi oggi amministra la Città”.

“Mi farò portavoce per una convocazione urgente e straordinaria del Consiglio Comunale perché la questione Muscatello non può passare inosservata. Di colpo sono sparite – conclude Di Mare – le parole di fuoco, le proteste, le mozioni regionali e quant’altro a difesa del nosocomio megarese arma di propaganda prima della campagna elettorale oggi abbandonato a se stesso, così come abbandonato è stato anche il ricorso al TAR contro la chiusura del reparto di ginecologia, ma questa è un’altra storia..o forse no”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi