parlamento europeo

Catania – La domanda di petizione per il riconoscimento professionale della figura di autista soccorritore, presentata da Stefano Casabianca nel 2013, è stata accolta dal Parlamento europeo.

E’ di qualche settimana fa, la lettera che la commissione per le petizioni di Bruxelles ha inviato in risposta a Stefano.

E’ stata esaminata la petizione e ritenuto le questioni sollevate dall’autista soccorritore ricevibili secondo la norma del Parlamento europeo, in quanto trattasi di una materia che rientra nell’ambito delle attività dell’Unione europea.

La Commissione europea svolgerà un’indagine preliminare sui vari aspetti del problema e farà pervenire all’interessato ulteriori notizie sull’evolversi della richiesta di petizione.

Ricordiamo che Casabianca nel 2013 aveva inviato richiesta di petizione sia alla Camera, che al Senato, al fine di ottenere il riconoscimento giuridico di questa professione, ed essere così allineati alle direttive europee, domanda di petizione che purtroppo non ha ancora una risposta.

Dobbiamo pensare che a Bruxelles siano più rapidi a evadere le pratiche, o siamo più bravi in Italia a evadere le responsabilità?

 

Scrivi