TREMESTIERI ETNEO – Botta e risposta tra Sebastiano Di Stefano e Santi Rando in vista del ballottaggio dei prossimi giorni: a poche ore dalla querelle sulla scelta del “moderatore” per un confronto pubblico, i due candidati proseguono il loro braccio di ferro a suon di comunicati stampa e messaggi “social”.

Nella serata di ieri, infatti, Di Stefano ha voluto rinnovare l’invito al pentastellato Domenico Di Guardo per moderare un dibattito in pubblica piazza: “Credo che il nostro unico, vero “pubblico” – da rispettare e onorare – sia quello formato dai cittadini e che il nostro messaggio non debba passare dai microfoni degli amici. Scusate il chiarimento. Doveroso. Ma chi mi conosce sa quanta disponibilità mi contraddistingue e quanta voglia di confronto e condivisione abbia sempre caratterizzato la mia vita politica. Non faccio delle bugie un mezzo per attaccare l’avversario, ma della verità uno strumento per parlare con tutti i cittadini – ha proseguito – Adesso attendo di sapere se questo incontro ci sarà. E se il Movimento 5Stelle – che come noi conosce territorio e i suoi problemi – dopo le inutili e sterili polemiche è ancora disposto a moderare con imparzialità un confronto pulito e trasparente. Valori che contraddistinguono le nostre ‪#‎faccepulite”, ha spiegato.

Pacata e ragionevole, invece, la risposta di Rando, disposto a rinunciare al comizio finale fissato per la serata di oggi per partecipare ad un confronto pubblico: Se può servire alla democrazia, se può aiutare l’elettorato a compiere una scelta più consapevole, sono disposto a rinunciare al mio comizio, in programma per questa sera, alle 20,30 in piazza Dante, e mettermi a disposizione per un confronto pubblico moderato da un giornalista”, ha dichiarato. “Ribadisco un concetto che ho già espresso ieri – spiega Rando: io sono favorevole ai confronti ai quali non mi sono mai sottratto al contrario del candidato Distefano. E sono d’accordo con il mio sfidante sulla necessità che, prima del voto, gli elettori possano sentire dalla nostra stessa voce quali progetti abbiamo per Tremestieri. Per questo – continua – ho pensato di utilizzare lo spazio in cui ho organizzato l’incontro di questa sera, e metterlo a disposizione per un eventuale confronto con Di Stefano”, ha spiegato.

E il rappresentante di “Faccepulite”? Per adesso rimane fermo sulle sue posizioni: “È stata una campagna elettorale “vecchio stile”, con il porta a porta tra la gente ma anche particolarmente innovativa grazie alla comunicazione con gli elettori attraverso i social network con la community #faccepulite. Invito la comunità tremestierese a prendere parte all’incontro di questa sera – ore 20,30 – : il loro sostegno è indispensabile per vincere questa sfida”, ha affermato. In attesa di sviluppi, magari.

Scrivi