Servirà un’impresa. Una gara perfetta per continuare a coltivare il sogno della promozione in serie A2. La Lazur Catania è già proiettata alla sfida decisiva di domani pomeriggio contro l’Intrepida Brindisi, che vale la finalissima play-off della serie B di basket femminile. Il quintetto diretto da coach Gianni Catanzaro, al PalaArcidiacono di via Santa Sofia, dovrà sfoderare una prestazione super ed imporsi con almeno 13 punti di vantaggio per ribaltare la sconfitta subita in terra pugliese (53 a 41 il risultato) nella semifinale d’andata. La squadra etnea ha lavorato intensamente durante la settimana ed è agguerrita più che mai. Rispetto al match d’andata, la Lazur Catania recupererà Nisia Grosso e, probabilmente, anche Licia Gioia. Appuntamento domani, al PalaArcidiacono alle ore 17 (arbitri Sara Sciliberto di Messina e Silvia Noto di Palermo). Servirà un’impresa per continuare a sognare. Le cestiste lazurine sono pronte. “Partita complicata contro una squadra buona e con una giocatrice di alto livello come la Siccardi – spiega il tecnico catanese Gianni Catanzaro -. Ribaltare il -12 è complicato, ma non impossibile, e su questo concetto daremo domani il tutto per tutto per conquistare la finalissima per la serie A2. Dobbiamo cercare di far girare meglio il nostro attacco, cosa che ci è venuta difficile a Brindisi, più per demeriti nostri, che per meriti delle avversarie e continuare in difesa a lavorare bene per limitare le giocatrici pugliesi. Dopo l’allenamento di stasera, valuteremo le condizioni fisiche di Gioia, ma dovrebbe far parte della squadra”.

Scrivi