Seconda trasferta e seconda sconfitta consecutiva per la Passalacqua Ragusa. La capolista del campionato di serie A femminile di basket non attraversa un momento felice. Le iblee sono state battute, sul parquet della Saces Napoli, al termine di una partita sempre giocata sul filo dell’equilibrio, ma interamente condotta dalla formazione di coach Roberto Ricchini. L’incontro, valido per la sesta giornata del girone di ritorno, si è chiuso sul 58 a 51 per le locali. Una vittoria meritata quella della formazione partenopea, ma nella quale a pesare negativamente per le aquile biancoverdi sono state certamente le condizioni non ottimali di Pierson e Ivezic, e l’uscita anticipata per infortunio di Sabrina Cinili che si è andata ad aggiungere alla lunga lista delle acciaccate. Ragusa non ha giocato bene. E’ stata imprecisa ed ha tirato poco. Il tecnico Nino Molino non cerca scuse: “E’ chiaro che con una lista di infortunate, così lunga le prestazioni non possono essere mai quelle che vorremmo. Anche perché non ci dobbiamo dimenticare di Valerio che è fuori da ormai diverse settimane. Però è altrettanto chiaro che non ci dobbiamo soffermare a questa valutazione e innanzitutto dobbiamo ricominciare a tirare meglio, e soprattutto non accetto che si sbaglino dei passaggi anche facili, specie nei momenti chiave della partita, tra l’altro senza che la difesa avversaria abbia fatto nulla di particolare affinché questi passaggi si sbagliassero. Per il resto abbiamo perso su un campo dove avevano già perso prima di noi squadre come Venezia e Schio, ed in più in un momento in cui Napoli non aveva ancora una giocatrice come Fontenette”.
L’allenatore biancoverde rimane fiducioso in vista dei prossimi appuntamenti. “In questo momento dobbiamo soprattutto recuperare tutte le giocatrici, dato che siamo una squadra che per potere rendere al meglio non può permettersi di avere atlete infortunate o anche sottotono – afferma Nino Molino -. I bilanci, comunque, si fanno alla fine della stagione. Si devono vedere i programmi che volevamo raggiungere, cosa è andato bene e cosa è andato male, ma in questo momento dobbiamo ragionare partita per partita ed entrare sempre in campo per vincere, sapendo che non sempre purtroppo è facile”.
La Passalacqua Ragusa, domenica pomeriggio, tornerà a giocare in casa quando a rendere visita alle siciliane sarà Umbertide. Obiettivo riscatto.

Scrivi