La Rainbow Catania sogna. E vuole riportare il basket femminile che conta ai piedi dell’Etna. La squadra rossazzurra si prepara alla gara di ritorno delle semifinali play-off per la promozione nella serie A2 sapendo di poter contare su un vantaggio importante; la vittoria prepotente della gara di andata, che appena sette giorni fa ha visto le ragazze del presidente Fabio Ferlito imporsi in casa sull’Athena Roma col punteggio di 64-51. Un più 13 che fa ben sperare, attenzione però a non abbassare la guardia, la finale va ancora conquistata e per questo coach Gabriella di Piazza, nel corso di tutta questa settimana, ha caricato le sue “ragazze terribili” con discorsi conciliativi, mirati a rafforzare l’intesa di gruppo e allenamenti puntati ad esaltare le qualità delle singole atlete e della squadra. Affrontare l’Athena Roma in casa non sarà certo una passeggiata: si preannuncia un match a nervi tesi, dove alla fine chi riuscirà a mantenere più alta la concentrazione avrà la meglio. In casa etnea si guarda con ottimismo a questo match che potrebbe avvicinare sempre più la Rainbow alla promozione. L’appuntamento è fissato per domenica, alle ore 17, alla palestra Tiber. Oggi pomeriggio allenamento di rifinitura per le ragazze di coach Di Piazza, che domani pomeriggio partiranno alla volta di Roma. A presentare il match è il capitano della Rainbow Catania, Marzia Ferlito, che racconta così i giorni di avvicinamento a una delle gare più importanti dell’intera stagione. “Ci siamo allenate molto bene e ho visto tutta la squadra molto determinata – spiega Marzia Ferlito -. Per noi la finale è un obiettivo troppo importante per non giocare già il match di domenica come se fosse questa stessa una finale. Vogliamo la serie A2 e abbiamo tutte le potenzialità per giocarcela bene, dovremmo solo essere forti e concentrare. Di certo ce la metteremo tutta”.

Scrivi