Orlandina Basket comunica con grande soddisfazione di aver sottoscritto un contratto fino al termine della stagione in corso con l’atleta statunitense di passaporto giamaicano Sek Henry in uscita da Brindisi.

Nato a Lynwood (California) il 28 giugno1987, Henry è un playmaker mancino dotato di un fisico possente, 193 cm per 91 kg, un’illuminante visione di gioco e buone capacità realizzative. È, inoltre, abile nel coinvolgere i compagni in attacco, fa dell’altruismo in campo una delle sue armi e può ricoprire tutti i ruoli da esterno, anche se predilige la gestione in cabina di regia. Henry vestirà la canotta numero 22 dell’Upea Capo d’Orlando, inizierà ad allenarsi con i nuovi compagni a partire dal pomeriggio di oggi e sarà disponibile per la gara di domenica a Pesaro.

Prodotto di Nebraska University, ha concluso l’esperienza collegiale con 7.1 di punti media a partita (tirando con il 41.5% dal campo, il 33.2% da 3 e 66.7% dalla lunetta), 2.1 assist, 3.4 di rimbalzi a partita. Pilastro di coach Doc Sadler in NCAA, è stato l’unico giocatore di Nebraska in quegli anni a scendere in campo in ogni gara. Ciò gli ha permesso di essere il terzo nella storia del college per partite giocate (128) e il sesto per numero di partite in cui nel quintetto iniziale (99). Le prime esperienza da Pro le vive lontano da casa, in Giappone con l’Akita Northern Happinets, e l’anno dopo, nel 2011/12, in Venezuela con i Bucaneros de La Guaira, dove gioca 27 partite e chiude con 14.7 punti, 2.0 assist e 3.2 rimbalzi. Nella stagione 2012/13 è ingaggiato dall’AZS Koszalin in Polonia dove gioca due anni. Chiude la prima stagione in Europa con 10.8 punti, 2.6 assist e 3.3 rimbalzi giocando 27.5 minuti di media in 22 match, mentre la seconda, in cui è anche nominato capitano, con 18 presenze (33.3 minuti media a partita), 15,7 punti, 4,2 assist. Ha iniziato la stagione in corso nella Serie A Beko in Italia con Brindisi e nella gara giocata proprio con la prossima avversaria dell’Orlandina è risultato uno dei migliori avendo totalizzato 13 punti, 4 assist, 3 rimbalzi e 3 palloni recuperati nei 22 minuti sul parquet.

Scrivi