La Domusbet Catania vince la finalina per il terzo posto battendo la Sambenedettese, battuta ieri dal Viareggio dopo il rammarico per la semifinale persa per propri demeriti ieri pomeriggio contro il Terracina che stasera si è aggiudicato il titolo di Campione d’Italia firmando l’accoppiata Serie A-Coppa Italia, anche questa conquistata ai danni di un Catania che vive una vera e propria maledizione in materia di trofei.

Finisce 5-2 e con il terzo posto il campionato dei rossazzurri. Solito show di Rodrigo, autore di 2 reti, Platania, Palazzolo e Ortolini a regolare gli avversari che nulla possono contro la tecnica e la rabbia dei ragazzi allenati da Della Negra, che avevano l’obbligo di chiudere al meglio. Stagione in archivio, anche la prossima, c’è da scommetterci, vedrà il Catania ai nastri di partenza con l’obiettivo di vincere, sperando possa essere finalmente l’anno buono.

“Siamo purtroppo sempre qui per commentare ciò che non vorremo – esordisce un contrariato capitan Platania –  Purtroppo la gara di ieri brucia parecchio perché è tutta colpa nostra. Terracina è stata più squadra e noi polli a consegnare campo e gol rimonta a loro. Dura leccarsi le ferite ma oggi avevamo il dovere morale almeno di chiudere cosi il campionato. Il mister ha fatto un grande lavoro e spero che tutto questo possa essere ripetuto anche il prossimo anno. Dobbiamo restare uniti e lavorare sui piccoli difetti di stagione. Il progetto rimane valido e da cavalcare assolutamente e ognuno di noi sa cosa può dare nell’immediato futuro. Il presidente è molto amareggiato e capisco il suo status dopo tutto questo, ma ripeto è necessario pensare al domani, ma è il minimo oggi per noi giocatore chiedere scusa a chi ha dato tutto come lui”.

FINALE 3°/4° POSTO
HAPPY CAR SAMBENEDETTESE-CATANIA 2-5 (1-2, 0-1, 1-2)
Happy Car Sambenedettese: Carotenuto, Nelito, Pastore, Marazza, Di Maio, Palma, Camilli, Bruno Novo, Ciferni, Addarii, Comello, Andre; All. Di Lorenzo
Catania: Del Mestre, Gabriel, Nico, Platiania, Palazzolo, Bosco, Maradona jr., Fred, Rodrigo, Zurlo, Ortolini; All. Della Negra
Arbitri: Buscema di Udine e Bottalico di Bari
Reti: 4’pt Platania (C), 4’pt Palazzolo (C), 9’pt Palma (S); 4’st Ortolini (C); 3’tt Rodrigo (C), 4’tt Rodrigo (C), 6’tt Bruno Novo (S) rig.

 

Scrivi