Scattato l’undicesimo campionato italiano di beach soccer Serie A Enel. In quel di Terracina, che ospita la prima fase del torneo, è andata in scena la prima giornata.

di Gianluca Virgillito

TERRACINA – Alla Beach Arena “Carlo Guarneri” di Terracina primi quattro incontri e campionato al via in una giornata caratterizzata dal clima instabile, con umidità e pioggia a tratti che hanno condizionato le gare. Impegnate sul campo quattro formazioni siciliane: la Domusbet Catania Beach Soccer, la Catanese Beach Soccer, il Canalicchio Beach Soccer e il Villafranca.

Parte forte la Domusbet Catania, arrivata all’appuntamento dopo la bruciante sconfitta in finale di Coppa Italia ai calci di rigore e l’ottimo ottavo posto all’Euro Winner Cup svoltasi a Catania. Gli uomini di Soares, trascinati da un Gabriel versione “macchina da goal”, spazza via il Panarea con un 10 a 5 su cui c’è poco da commentare. Dominio rossazzurro e, come si è detto, grande prova di Gabriel, autore di sei reti. In goal anche Rodrigo (2), Be Martins e Zurlo. Oggi si torna in campo contro il Villafranca alle 14:15.

Bene anche la Catanese, che in un match senza esclusioni di colpi, molto combattuto e tirato, batte il Villafranca per 7 a 5 all’extratime. Continui i capovolgimenti di fronte, goal a raffica, pari a 2’ dall’extratime. Partita risolta dalle reti allo scadere di Garofalo e Missale.

Prima partita e primo stop invece, per il Canalicchio, battuto per 3 a 2 dal Catanzaro. Partita resa difficile dalle condizioni del campo, con la sabbia indurita dalla pioggia caduta su Terracina. Catanzaro avanti di due reti con le segnature dell’esperto Vasile ma recupero siciliano firmato Maciuca – Marletta, alla fine la spunta Catanzaro con la rete di Mauro. Derby oggi, alla seconda giornata, contro la Catanese alle 15:30

Nel quarto incontro di giornata la squadra padrona di casa, il Terracina, spazza via la neopromossa Pasta Reggia Casagiove per 8 a 3.

Prima giornata tutto sommato soddisfacente per i colori catanesi, nella speranza che le condizioni climatiche non riservino ancora brutte soprese e che ci si possa godere un po’ di spettacolo firmato beach soccer.

Gianluca Virgillito

Scrivi