Una delle opere in lavorazioneBELPASSO – E’ iniziato il countdown verso il gran finale del Simposio Internazionale “Oro Nero dell’Etna – Estemporanea di Scultura in Pietra Lavica” in corso a Belpasso, che si concluderà giovedì 16 luglio: i dieci artisti di fama mondiale che stanno scolpendo altrettanti blocchi di pietra lavica hanno dunque a disposizione solo 48 ore per ultimare le proprie opere che saranno consegnate alla comunità belpassese. Nel centro pedemontano cresce l’attesa in vista della scopertura delle statue che avverrà alle ore 18.30 di giovedì all’interno del cortile della Scuola Elementare (Plesso Centro) e nella adiacente via XV Traversa. Elettrizzato il sindaco Carlo Caputo: “Anche quest’anno i cittadini belpassesi hanno dimostrato viva curiosità e grande interesse, apprezzando il lavoro degli artisti che dallo scorso 5 luglio sono impegnati a scolpire dal vivo la dura pietra lavica, ricchezza unica del nostro territorio che stiamo valorizzando investendo in cultura ed arte come pochi altri Comuni. Giovedì, quando le statue saranno scoperte, Belpasso avrà fatto un ulteriore passo in avanti per divenire la ‘Città delle Cento sculture’, una scommessa che, ne sono sicuro, darà i suoi frutti per l`intera collettività”.
I dieci artisti di fama internazionale che in queste ore stanno scolpendo le proprie opere sono stati selezionati dai professori dell’Accademia delle Belle Arti di Catania, partner tecnico del Comune di Belpasso. Ecco la lista completa: Yoshin Ogata (Giappone), Manfred Reinhart (Germania), Lilya Pobornikova (Bulgaria), Umit Turgay Durgun (Turchia), Mohamed Naguib Moein (Egitto), Giorgie Cpayak (Croazia), Sarah Azteni (Italia), Simonetta Baldini (Italia), Pier Giorgio Balocchi (Italia), Francesco Cremoni (Italia).

Entusiasta l’assessore Tony Di Mauro, principale ideatore e fautore dell’iniziativa: “In questi giorni qui a Belpasso abbiamo assistito ad uno spettacolo davvero unico, quello offerto dalle ‘mani’ più sapienti del mondo impegnate a modellare il nostro basalto lavico: un salto di qualità notevole per questo Simposio che, sebbene sia solo alla seconda edizione, è già divenuto un appuntamento immancabile per tutti gli appassionati di arte. Per questo occorre ringraziare anche il rettore dell’Accademia di Catania, Virgilio Piccari, che ha creduto in questo progetto sin dal primo momento”.

L’appuntamento con il gran finale del Simposio internazionale “Oro Nero dell’Etna è dunque fissato” a giovedì 16 luglio alle ore 18.30 presso il cortile della Scuola Elementare (Plesso Centro): oltre agli artisti, all’Amministrazione comunale ed ai professori delle Accademie delle Belle Arti di Catania e Carrara ci sarà Ornella Fazzina, che illustrerà e spiegherà le opere al pubblico.

Scrivi