BELPASSO- i Carabinieri della Compagnia di Paternò, ieri, a seguito di mirata attività info investigativa, hanno denunciato in stato di libertà due cittadini cinesi di 41 e 43 anni, per sfruttamento della prostituzione. I militari, dopo aver avuto notizia che presso un’ abitazione sita nel Comune di Belpasso vi fosse un assiduo via vai di uomini, hanno avviato mirati servizi di osservazione e videoregistrazione. Da tale attività di indagine è emerso che l’abitazione era occupata da una cittadina cinese (37enne irregolare sul territorio nazionale) che mediamente riceveva dieci clienti al giorno. I Carabinieri, fingendosi interessati ad un annuncio pubblicato su un giornale, sono riusciti a fissare un appuntamento con la donna e, giunti all’interno dell’abitazione in questione, hanno rinvenuto un lettino per massaggi, numerosi contraccettivi e constatato che la tariffa per le prestazioni sessuali della donna era di 50,00 € (somma di denaro che da lei veniva trattenuta solo in parte). Da ulteriori accertamenti sull’appartamento a luci rosse è emerso che era stato preso in affitto proprio dai due uomini denunciati, i quali gestivano l’attività tramite annunci pubblicati su giornali locali. Sono in corso ulteriori accertamenti volti a verificare se vi siano o meno altri responsabili.

Scrivi