Anita Rapisarda

BELPASSO  Inaugurato ieri sera l’Ambulatorio Veterinario Comunale a Belpasso, una novità assoluta per la lotta al randagismo. L’ambulatorio veterinario comunale funzionerà grazie all’apporto delle associazioni volontarie dotate di personale specializzato ed al contributo dei veterinari dell’ASP, ed inoltre saranno effettuate le sterilizzazioni e la microchippatura dei randagi grazie appunto al coordinamento delle associazioni. Entusiasta il sindaco Carlo Caputo, che ha fortemente voluto questa svolta nell’approccio al problema del randagismo: “Oggi abbiamo inaugurato questo ambulatorio e lo abbiamo fatto microchippando Zaira, una nostra randagia, come segno tangibile di come intendiamo affrontare la questione del randagismo qui a Belpasso: stiamo infatti agendo su diversi fronti con la consapevolezza che risolvere questo problema non significa automaticamente debellare la presenza di cani per le strade. Oltre che contro il buon senso un’aspettativa come questa sarebbe anche contro la legge, che giustamente non permette l’abbattimento dei cani né la possibilità di rinchiudere indiscriminatamente gli stessi nei canili: l’obiettivo è quindi intervenire sul numero di cani in circolazione, agendo con le sterilizzazioni e monitorandoli grazie ai nuovi microchip. Per questo straordinario risultato – ha concluso Caputo – ringrazio l’ASP rappresentata dai dott.ri Salina e Macri, il consigliere ed ex assessore Santi Borzì per essersi occupato della progettazione del Centro, il consigliere Salvo Pappalardo per la grande collaborazione e soprattutto i volontari per quello che hanno fatto e per quello che faranno; senza loro tutto ciò sarebbe impensabile”.

 

A proposito dell'autore

Insegnante di professione, giornalista per vocazione o viceversa. Ancora sto cercando di scoprirlo. Mi sono avvicinata al bellissimo mondo del giornalismo per caso…forse perché ho sempre avuto la passione di scrivere, vedere quel foglio bianco che inizia attraverso la scrittura a prendere colore, ad avere una forma ben definita mi trasmette emozioni infinite… Potrei provare a sintetizzare la mia personale descrizione con una due semplici parole: Curiosa e innovativa. L’essere curiosa è sinonimo di voler sempre scoprire cose nuove, e poter scrivere di eventi, manifestazioni e tutto quello che fa notizia soddisfa la mia infinita curiosità. Innovativa perché penso che il giornale on line è il futuro della nostra società, ed aver avuto la possibilità di collaborare per questo giornale per me è una grande opportunità ma soprattutto un immenso piacere.

Post correlati

Scrivi