Anche quest’anno siamo arrivati al tradizionale rito degli auguri per il nuovo anno che sta per iniziare.
E come ogni volta mi torna in mente il racconto di Leopardi sul “Venditore d’almanacchi” e le conclusioni del suo cliente “Quella vita ch’è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?”.
Quello che auguro a tutti voi è di saper apprezzare ogni minuto che viviamo e di contribuire con spirito positivo a costruire un futuro migliore, con tanto ottimismo, anche quando tutti spargono pessimismo, e con un sorriso, anche quando tutti hanno facce accigliate.
Buon 2015 a tutti
Biagio Privitera, manager Procter&Gamble

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi