BIANCAVILLA – Un colpo di quelli definiti “grossi” e messo a segno, in banca, con una tecnica che sembra essere stata tratta da una scena di un film: con un escavatore.
La banda di malviventi è entrata in azione intorno all’1.30 della scorsa notte, scegliendo come obiettivo il bancomat dell’istituto bancario “Credito Etneo”, sito lungo viale Dei Fiori. Lo sportello automatico è stato letteralmente asportato con l’ausilio dell’escavatore (un’operazione che di certo deve aver fatto non poco frastuono nella notte). Una volta estratto è stato portato via dai ladri che son fuggiti a bordo di un’auto e, sembrerebbe, in direzione Adrano.
Un colpo ben riuscito quindi e che probabilmente è stato ben progettato: l’escavatore è stato trasportato lungo viale Dei Fiori con un grosso camion (utilizzato tra l’altro per bloccare l’arteria viaria in questione).biancavilla copo in banca con escavatore camion I malviventi avrebbero agito con velocità, tanto da lasciare l’escavatore in moto dopo aver recuperato la refurtiva.
Il bottino è ancora tutto da quantificare, ma sarebbe tutt’altro che “magro”; da una prima stima la somma presente all’interno del bancomat era di circa 50 mila euro (e non a caso la banda avrebbe scelto di agire proprio di venerdì notte, dato che lo sportello automatico viene rimpinguato ogni fine settimana).
Per prima sul posto è giunta una guardia giurata, allertata da un passante il quale ha dichiarato di aver notato una macchina, forse un modello BMW, allontanarsi a gran velocità. Sono poi giunti i Carabinieri della locale Stazione e quelli del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò che si sono occupati dei rilevi ed hanno quindi avviato le indagini che, si spera, permetteranno di mettere le manette ai polsi dei componenti della “banda del bancomat” autrice del colpo (Militari che adesso stanno visionando le immagini riprese dalle telecamere di video sorveglianza tanto dello stesso istituto bancario, quanto degli altri esercizi commerciali presenti nella zona).
Sembrerebbe, inoltre, che la banda fosse composta da almeno sei persone.
Quel che al momento risulta essere certo è che i mezzi utilizzati per compiere l’atto criminale sono stati rubati nel pomeriggio di ieri a Misterbianco (anche se non era ancora stata presentata nessuna denuncia in quanto il proprietario non si era ancora accorto del furto).

Intanto sul suo profilo Facebook il sindaco di Biancavilla, Giuseppe Glorioso, scrive: “L’episodio di stanotte, ai danni di un istituto di credito, è da condannare con assoluta fermezza. Così come non è pensabile che nessuno abbia visto o sentito nulla. In una comunità è necessaria la collaborazione di tutti. Per questo invito ad aiutare le Forze dell’Ordine. In loro riponiamo la nostra fiducia”.

Scrivi