BIANCAVILLA – Furto con spaccata la notte scorsa, intorno alle 3.30 in pieno centro storico, in via Vittorio Emanuele, ai danni della rivendita di tabacchi Di Grazia.
Sembrerebbe fossero in quattro i ladri che utilizzando il metodo dell’auto ariete (ovvero lanciando l’autovettura a marcia indietro contro la porta d’ingresso e mandando la vetrata in frantumi, assicurandosi però prima di spostare le fioriere) sono riusciti ad introdursi all’interno dell’esercizio commerciale arraffando quanti più valori possibile ed aiutandosi con delle ceste. Un danno economico per i proprietari della tabaccheria che è ancora tutto da quantificare. Un lauto bottino per i malviventi costituito ad ogni modo da sigarette, gratta e vinci, ricariche telefoniche, nonché il registratore di cassa.
Un colpo che sembrerebbe essere stato ispirato da qualche film tragicomico e questo perché uno dei ladrim mentre i suoi complici portavano a termine il colpo, si è messo, per così dire, a gestire il traffico sotto la pioggia battente della notte. L’uomo al centro della strada e qualche metro prima del negozio ha fatto deviare le macchine, le poche che a quell’ora si trovavano di passaggio, verso via Preside Caruso. Questo sotto gli occhi un po’ increduli, un po’ spaventati, di alcuni ragazzi che intanto si trovavano a sorseggiare birra in piazza Roma.
A nulla è valso il tempestivo arrivo sul posto del proprietario che, messo in allerta dall’antifurto scattato mentre i ladri erano in azione, ha potuto solo guardarli nell’esatto momento in cui si davano alla fuga. Come a nulla è valso l’arrivo negli stessi momenti di un mezzo della vigilanza privata, che è invece stata allertato da alcuni cittadini e che ha tentato di inseguire i balordi mentre a bordo dell’auto, una Fiat Tipo, fuggivano percorrendo la stessa via Vittorio Emanuele si ma in controsenso ed in direzione di Santa Maria di Licodia. I malviventi per poco, pochissimo, non hanno poi incrociato i Carabinieri che in quegli istanti si stavano recando proprio sul luogo del furto. I militari hanno avviato le indagini ed utile per queste risulterà la visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nello stesso tabacchi e nei negozi adiacenti. L’auto è stata rinvenuta già stamane a Santa Maria di Licodia e dopo i relativi controlli è stato accertato che era stata in precedenza rubata.
Non è il primo furto che il tabacchino in questione subisce. Mentre qualche giorno fa un altro colpo era stato messo in atto ai danni di un’altra rivendita di tabacchi in via Cristoforo Colombo; in quel caso però i malviventi avevano usato una mazza per rompere la vetrata, introdursi all’interno e dileguarsi poi tra le vie adiacenti con un bottino costituito per lo più da sigarette.

Scrivi