BIANCAVILLA – Sono stati attimi concitati questa mattina in città per i Carabinieri ed i Vigili Urbani che hanno cercato di aiutare una donna in stato confusionale che però li ha aggrediti. Si tratta di una catanese di 42 anni con disturbi dissociativi che intorno alle 8 è stata notata, lungo Viale Europa, da alcuni passanti che comprendendo il suo malessere hanno subito allertato il 118. Giunti sul posto i medici hanno provato a soccorrerla ma senza tuttavia riuscirci. Sul posto si sono recati anche i Carabinieri ed i Vigili Urbani che hanno provato a convincerla a farsi trasportare in ospedale; tentativi tuttavia inutili: la donna ha colpito con calci e pugni tanto i Militari, quanto gli uomini della Municipale. Solo dopo l’arrivo sul posto degli psicologi, intorno alle 10, si è riusciti a condurre la 42enne al Pronto Soccorso del locale ospedale “Maria Addolorata”, qui si è nuovamente scagliata contro i Carabinieri ed i Vigili Urbani. Con l’aiuto di alcuni infermieri si è poi riusciti a condurla all’interno del Pronto Soccorso per gli accertamenti medici utili a comprendere le cause del malessere e dello stato d’agitazione (o se fosse sotto l’effetto di droghe o alcol). Attualmente rimane ricoverata nel nosocomio biancavillese in attesa, tra gli altri, dei risultati dell’esame tossicologico. Insomma sono stati attimi agitati, quelli dei soccorsi, durante i quali la 42enne in stato confusionale avrebbe continuato a farfugliare diverse frasi e sostenendo di essere stata violentata e rapinata. Ad ogni modo alcuni testimoni hanno raccontato di averla notata la notte scorsa sdraiata a terra nei pressi di Piazza Cavour ed ieri sera all’interno di un pub a Biancavilla, in compagnia di quattro uomini.

Scrivi